Random - A caso.


Qualche giorno fa, dopo anni dalla sua scomparsa è stato riesumato, è proprio il caso di dirlo, il mosnaeffect, l'effetto Mosna, scoperto da Martino Mosna poco più di un lustro fa. Forse  è il caso di ricordarlo e raccontare qualcosa a suo proposito.
Quell'effetto appariva quando si cercava di dire qualcosa di sensato in rete e chi leggeva non era della stessa idea. Il dissenziente o i dissenzienti, per dimostrare il suo disaccordo, faceva in modo che gli interventi fossero più di 100. Non tutti avevano un senso logico o un legame con il messaggio originale ma se quella soglia veniva superata, l'argomento trattato diventava, se la memoria non mi inganna, un tema caldo di Google Plus, allora agli inizi della sua avventura. Per chi scrive queste righe, il buon Mosna e alcuni altri scriteriati (si fa per dire, ovviamente) fu, a volte, una specie di gioco fare diventare un tema caldo il messaggio che avevamo preso di mira. Ma il limite dei 100 messaggi da superare non era il nostro vero obiettivo; lo scopo reale era scoprire, nella maggior quantità possibile quanti tra quei messaggi di risposta erano scritti a caso o privi di legame con quel messaggio che qualcuno aveva scritto per primo; se, poi erano pure privi di logica e senso compiuto, meglio.
Con il tempo i frequentatori della rete capirono il trucco, noi altri scriteriati prendemmo strade diverse e quel gioco terminò. Più recentemente, in un certo senso, l'effetto Mosna è riemerso dal suo letargo attraverso l'opera  dei troll, i flamer e qualche altro individuo simile a loro che imperversa in rete. Costoro trovavano qualche messaggio che dava, in qualche, modo fastidio e lo attaccavano facendo paragoni curando che non avesse alcun legame con gli argomenti da loro avversati e alcun senso logico compiuto. Di solito quel loro giochino riusciva male ma loro continuavano a farlo lo stesso finchè qualcuno, più sveglio di loro, si stancava di leggere quelle sciocchezze, faceva loro presente la figuraccia che stava rimediando e, se gli interventi non cessavano, nei casi peggiori, lui o qualcun altro, trovavano la maniera di entrargli nello smartphone o nel tablet e glielo metteva sottosopra.
A questo punto, la reazione a questi tentativi di riportarlo alla ragione diventava molto aggressiva e violenta, soprattutto quando voleva negare le sue vicende o la figuraccia oramai, note a tutti i frequantori lì con lui e non rimaneva che buttarlo a ripetizione fuori da ogni discussione  finchè non si calmava e decideva di sparire almeno per qualche giorno.
Con il tempo, il mosnaeffect originale e le sue risposte a caso, sono passati prima in secondo piano, quindi sono riapparsi, evoluti e specializzati nell'infettare interventi con confronti tra più prodotti senza alcun legame tra di loro, scardinandone la validità e distruggendo quanto sopravviveva riducendo tutto in qualcosa fuori da ogni logica commerciale e tecnologica.
Recentemente c'è stata un'ulteriore evoluzione e quell'effetto Mosna si è diviso in due filoni: quello a lungo termine, e a relativa bassa intensità, detto delle scimmie instancabili e quello, più generico e simile all'originale, dalla vita molto più breve intensa e, spesso, violenta .
A quanto ho potuto notare, sembra che le scimmie instancabili e l'effetto o gli effetti Mosna si stiano ulteriormente diversificando e diversificando, come se stessero cercando di conquistare nuove nicchie all'interno dell'ecologia web.
Molto curioso e, soprattutto, interessante.

Al momento ci fermiamo qui....

N.B: L'immagine di testa, il cui originale è preso da phis.org rappresenta la rete, i suoi social network e i legami presenti al loro interno.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 