Da un Keynote ad un altro...

Di nuovo un Keynote (Apple) e un IFA (il keynote degli altri).
Ancora la stessa scena: all'IFA appare di tutto: dagli smartphone agli ultimi accessori elettronici passando per gli sforzi erculei di attirare l'interesse di qualcuno su quanto esposto, detto o fatto e lo scarso successo ottenuto, per gli sforzi fatti e i prodotti esposti. Basta dare un'occhiata alle reazioni in rete. A parte qualche eccezione, la maggior parte dei commenti si dividono tra quelli fatti praticamente a caso e quelli, compresi qualcuno della redazione,  che non centrano nulla con l'articolo sull'IFA ospitato dal blog dove era chiaro che non c'era grande interesse nei prodotti presentati a quella manifestazone e dall'altra parte di quel collegamento ci sono alcune pagine in cui la redazione non sembra sapere bene il motivo del viaggio e perchè è lì.
La conferma arriva quando gli articoli su quella manifestazione vengono sostituiti da divagazioni che parlano anche delle standiste pur di riempire la pagina. Imbarazzante.
Il Keynote Apple incombe e i frequentatori della rete non si interessano più di tanto alle altre  manifestazioni anche qualcuno prova ad attirare la loro attenzione lo stesso e quando ci riesce non riesce a mostrare molto entusiamo e partecipazione contrariamente a cosa capita quando ci sono il Keynote Apple e le sue novità.
All'IFA, in ogni caso, le novità non tutte sono piacevoli e si vede chiaramente che i dispositivi più costosi sono messi lì per attirare clienti su quelli delle classi inferiori, quelli con poca assistenza e venduti solo per fare cassa e limitare le perdite di bilancio.
Lo spauracchio di tutti, visitatori, produttori e venditori è il Keynote Apple coni nuovi dispositivi o il loro aggiornamenti che secondo le voci che circolano in rete verranno quasi sicuramente presentati tra qualche giorno. Ritornerò a parlarne presto.  In molti blog,soprattutto italiani, a corto di argomenti sui vari Keynote, hanno presentato articoli per attirare commenti, risse, e i profitti pubblicitari che li tengono in vita e arrivano a profusione quando hanno commentatori litigiosi. Nella rete di lingua inglese oramai quando si cercano notizie su queste cose, si cercano solo più le stranezze. Il resto, oramai, è già stato detto.

Alla prossima chiacchierata. Per ora mi fermo qui.

N.B: L'immagine di testa è tratta da wallpaperscraft.com

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 