Forse c'è qualche problema...

Non c'è speranza...Apple, in vista della presentazione dei suoi prodotti, ha deciso di fare un po' di marketing non ufficiale in stile Apple.....Prendosi gioco dei macblogger e dei mac analisti che credono o fanno credere di sapere tutto di Lei, prima di Lei... Cominciamo dalla data del Keynote: prima non doveva esserci nulla...Poi sono arrivate le prime voci di un probabile evento e di cambi di catalogo. A questo punto è cominciata la parte divertente: azzeccare la data. Tra i vari macblogger e i mac analisti o analisti Apple, se preferite,sono cominciati i problemi...Prima sono stati quelli di comunicazione: sembrava che parlassero due lingue diverse. Poi quelli di capire di cosa stavano parlando. Quando tutti si sono resi conto che bisognava parlare della data dell'evento....Hanno cominciato a dare i numeri, letteralmente. Alla fine dopo qualche tentativo, svariate smentite e parecchi contrordini reciproci, pare che la data comunemente accettata, per il Keynote primaverile, sia il 22 marzo... In cui verrà presentato.....Non si sa bene cosa....
Tutti gli anni, poco prima dei Keynote Apple, arriva la lista dei desiderata, dei prodotti che secondo la rete, verranno presentati. Di solito in quella lista ci sono troppi prodotti. Qualcuno lo fa notare ma i nostri amici, analisti e blogger Apple all'inizio fanno finta di non capire e continuano per la loro strada, poi, vedendo che Apple non da loro retta, come suo solito, si mettono a litigare tra di loro, su chi ha più problemi a capire la differenza tra quanto dicono a Cupertino, quanto si racconta in rete e cosa leggono i suoi frequentatori. Mentre scrivo pare che le parti si siano accordate su cosa verrà presentato: qualcosa legato all'Apple Watch, agli iPhone e agli iPad; nel primo caso dovrebbe esserci qualche accessorio e, forse, qualche aggiustamento al sistema operativo, negli altri due casi siamo arrivati a qualcosa che assomiglia molto alla Commedia dell'Arte.... Pare che ci sarà un iPhone con un display da 4 pollici anche se il CEO Apple, Tim Cook ha fatto notare che Apple non ha bisogno di un iPhone economico per vivere....Al solito, prima è stato ignorato...Poi quando è stato chiaro che Apple, come suo solito avrebbe continuato per la sua strada, è arrivata la crisi di panico. Gli analisti e i blogger, per varie ragioni, non potevano più ritirare quanto affermato su quell'iPhone. Potevano però trovare il modo di far coincidere le loro affermazioni con quelle Apple e prendersi il merito della loro diffusione.
Il risultato di questi traffici è che ora, non c'è più alcuna certezza: si incrocia le dita e si spera in bene.
Per quanto riguarda l'iPad....Dopo svariati tentativi di capire cosa era un iPad dal punto di vista di ciascuno dei litiganti e aver risolto il problema di decidere da dove prendere le notizie su cui darsele di santa ragione, pare che ora l'iPad sarà qualcosa di diverso da quell'aggeggio su cui litigavano tutti. Solo le dimensioni e poco altro rimangono, tutto il resto è tale quale alla corrispondente parte dell'iPad Pro da 13 pollici e al comparto fotografico degli ultimi iPhone. Poi si vedrà....Nel frattempo il silenzio della rete su questo argomento è diventato assordante. Anche per quanto riguarda i suoi frequentatori di cui, forse, parlerò prossimamente....

Per ora dovrebbe bastare. Alla prossima chiacchierata....

N.B: Il link della commedia dell'arte porta ad una pagina in si parla anche della sua storia e della maschere (o personaggi, o caratteri) che l'hanno resa nota al mondo di allora alcune di esse hanno pagine dedicate...Leggete anche quelle....Danno un'idea della commdedia recitata quando si deve parlare di Apple.L'immagine di testa, presa dal mio archivio,è una copia presa da animal.desktopnexus.com. Rappresenta le difficoltà che c'è in rete a dire cose sensate e ad ammettere di avere sbagliato qualcosa, quando è il caso.

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 