Da studi di qualche tempo fa è risultato che la Apple è una delle aziende più innovatrici presenti sul mercato (secondo la percezione del pubblico che segue queste cose, ovviamente).

La concorrenza fa il possibile per liberarsi della Apple, ma lei è sempre lì; provano a copiarle i prodotti ma nella maggior parte dei casi i risultati non sono quelli preventivati. I prodotti copiati, magari, hanno molto successo commerciale ma vengono sostituiti spesso nel catalogo per impedire che vengano scoperti i loro difetti e si ripeta quanto successe a suo tempo con i netbook: la gente pagava quegli accrocchi elettronici molto più del loro valore ma a metà o a un terzo del prezzo di un portatile e questa differenza di prezzo impediva a queste persone, con somma gioia dei produttori, di accorgersi dei difetti, palesi, di quei dispositivi. Sentirle vantare i meriti di quei netbook (e i loro nell'usarli, ovviamente) era uno spettacolo a cui valeva la pena di assistere: secondo questa gente, con quegli accrocchi, da poche centinaia di Euro, era possibile fare le stesse cose che altri facevano con portatili di costo molto più elevato. Qualche mese dopo, la maggior parte di loro era tornata a contatto con la realtà (le artriti infiammatorie possono essere molto efficaci in tale senso) e i produttori si ritrovarono un sacco di giacenze nei magazzini  da cui non sono ancora riusciti a liberarsi del tutto....
Ora se al posto di netbook si sostituisce tablet, o smartphone (di poco prezzo, ovviamente) tutto si ripete e a me riesce difficile comprendere come mai molta gente continui a ripetere gli stessi errori....
La Apple, dal canto suo, ha rinnovato quasi tutta la sua gamma di prodotti, talvolta non nella maniera migliore e altre volte talmente bene da costringere la concorrenza a fare altrettanto, il più velocemente possibile, per non perdere mercato.
Per solidarietà e altruismo, Microsoft ha deciso di copiare Apple anche nella produzione difettosa  (Windows 8 e i Surface sono un flop quasi certo anche per la Microsoft, oramai)... A cui bisognerà rimediare in qualche modo.
Google-Android....Vanno un po' su e un po' giù....Vendono più di Apple ma ogni sei mesi rinnovano metà del catalogo. Finchè c'è qualcuno che compra....
Anche quel duo ha fatto errori e mosse di marketing che hanno lasciato perplessi parecchi dei loro utenti; i Nexus, ad esempio, sono l'ultimo prodotto proposto da questo duo. Hanno ottime caratteristiche ma la gente che non è molto addentro alle cose informatiche, si perde dietro questi dispositivi e pare che cerchi di restituirli, se può.....
In caso contrario li sottoutilizza o li usa come come soprammobili anche se mi dicono che ultimamente le cose sembrano migliorate nonostante che Google - Android, pur di fare cassa alle spalle dei suoi clienti, si guardi bene dal cambiare, realmente, le cose.
Dopo tutto, pare, l'ultimo quadrimestre ha lasciato il bilancio dell'azienda di Mountain View in rosso e ha parecchi problemi fiscali in giro per il pianeta.
Ma buona parte della rete sostiene che è Apple ad essere nei guai, non innova più come ai tempi di Steve Jobs, non tira più fuori un'innovazione ogni 10 minuti....Siamo alla frutta e a Cupertino hanno quasi esaurito le mele.....
Ah, sì?

Alla prossima volta...



N.B: L'immagine tratta è tratta da article.vn.com, è stata leggermente ridimensionata ed è una delle tante copie sparse nella rete