Il tutto era partito ormai diverso tempo fa un po' in sordina, con cartelloni pubblicitari vagamente lugubri con la scritta "Wake UP", che è riferita (solo perchè le news ce lo dicono, altrimenti non si capirebbe mai) alla prossima generazione di Samsung Galaxy. Ma ormai sappiamo che da più di un anno le strategia pubblicitarie dei prodotti Samsung vertono principalmente su un (tentativo) di campagna Anti-Apple, in modo un po' paradossale visto che lo smartphone Samsung Galaxy è stato copiato direttamente da iPhone. Dunque, non contenti dei numerosi video in cui ridicolizzano non solo le funzioni degli iPhone (proclamando poi il falso con confronti arbitrari con modelli del passato), ma soprattutto ci si accanisce contro i Fan della mela, che vengono fatti passare praticamente da idioti, non essendo riusciti ad attirare un'attenzione sufficiente speculando sulla luce riflessa della gloria altrui, ora procedono per le vie di "attacco diretto", mettendo insieme un vero e proprio ASSEDIO nell'Apple Store Australiano di Sidney: un grosso pulman nero e vagamente sfigato, con la scritta "wake up", scarica loschi individui, altrettanto luttuosi e sfigati e vestiti di nero, tutti uguali, che in modo sgangheratamente minaccioso agitano cartelli e urlano lo slogan da essi enunciato: indovinate un po' quale? Ma "Wake Up" ovviamente. La cosa divertentissima che si nota nel video che vi riportiamo grazie allo staff di CultOfMac, è come il Team Apple presente nello Store ignori il tutto, a parte qualche minimo sorriso imbarazzato, con un accenno di compassione verso la scena ridicola.
Personalmente consiglierei alla Samsung di SVEGLIARSI lei stessa: con queste uscite continua a collezionare solo figuracce.