Volteggiamenti...

Qualche giorno fa ho appreso che Satya Nadella, CEO (Amministratore Delegato, qua in Italia, AD) della Microsoft ha avuto i suoi cinque minuti di notorietà. In quei giorni era in India, il suo paese natale, per pubblicizzare la sua biografia in cui narra il periodo della sua vita trascorso tra quando era studente e quando è stato nominato CEO della Microsoft. Ha approfittato dell'occasione per pubblicizzare i Surface, "dei veri computer" con un invito ad usarli lasciando perdere gli iPad che stavano usando in quel momento.
Appena s'è saputo di quell'invito è successo di tutto e i bit che riportavano i commenti hanno cominciato a danzare per la rete come e meglio della pizzica salentina d'inizio articolo. Quella sua parte che propende per i dispositivi Windows è andata in brodo di giuggiole e ha festeggiato, metaforicamete parlando; l'altra ha riportato questa notizia come curiosità e talvolta con ironia. Al solito, però, c'è da notare che anche sequanto detto dal CEO Microsoft non era una gran cosa ma riportarla ne ha amplificato l'importanza e i finanziamenti di chi l'ha diffusa; del resto è noto che basta dare addosso ad Apple o riportare quanto detto o scritto qualcosa contro di lei per aumentare quasi istantaneamente gli introiti.
Ci si può chiedere, però, se la necessità di finanziamenti non nasconda qualcos'atro; la risposta, positiva, è giunta qualche giorno dopo, inaspettata per molti, analisti Apple e tifosi della concorrenza compresi: le vendite dei MacBook Pro erano aumentate oltre ogni aspettativa a spese di qualche concorrente e questanotizia aveva convinto il CEO di cui s'è detto a fare loro pubblicità mascherandola da battuta a quei due giornalisti. Il lancio di quel libro era solo una scusa per pubblicizzare i dispositivi della sua azienda. Inserite in un motore di ricerca le parole "vendite di macbook*", così come le ho scritte e cercate notizie fino all'inizio di novembre e potrete trovarne molto più dettagliate di quanto avete letto qua. Qualcosa di simile, naturalmente, vale anche per la vicenda tra il CEO Microsoft e gli utenti iPad: se cercate notizie inserendo "satya nadella ipad", troverete ciò che vi interessa e anche di più. Tra le notizie che potrete trovare suggerisco la reazione di alcuni blogger alla spiritosaggine di Satya Nadella. La potete trovare dall'altra parte di questo collegamento agli scritti di un blogger che uso spesso tra le fonti per i miei articoli.
Apple, oltre a ringraziare per tutta questa pubblicità gratuita, ha messo, com'è noto, l'iPhone X a disposizione del mercato ed è stato subito amore a prima vista con i clienti Apple; la concorrenza, ovviamente, non ha reagito molto bene a questa notizia e ha fatto di tutto per frenare le vendite di quell'iPhone, come ho già raccontato altrove, evidenziando tutti i difetti che venivano scoperti nei primi esemplari o inventandoseli come hanno fatto con il Face ID. Poi hanno deciso di smetterla e di provare ad implementarlo anche loro se volevano vendere ancora qualcosa. Al momento lo stanno studiando per capire come farlo funzionare senza finire in tribunale per scopiazzamento illecito (la vecchia violazione del copyright, in altri termini).

Per il momento ci fermiamo qui, poi si vedrà.

N.B: Mi ero ripromesso di non parlare più dell'iPhone X ma a quanto pare la rete non è d'accordo. ne riparleremo presto.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 