Luoghi comuni

Questa volta, parliamo dei luoghi comuni e delle strane idee di quei frequentatori che ogni tanto movimentano la rete e i blog che frequentano con i loro interventi.
Nelle righe che seguono leggerete di casi coinvolti in questo modo di vedere le cose presi dalla culture informatica presente nel web.
I primo di essi è quello classico: quando sono loro a dover comprare qualcosa vogliono averla gratis e quando devono venderla pretendono di venderla a cifre che di solito son fuori mercato.
Le riparazioni sono un buon indicatore di cosa si pensa in rete sugli esborsi da fare  quando si tratta di risistemare qualche dispositivo di cui si accettano i principi, le convenzioni e le regole di funzionamento al momento dell'acquisto.
In caso di guasto, incidente o simili cose, occorre, ovviamente, far risistemare il dispositivo perchè torni a funzionare come quando era nuovo e questa risistemazione può essere molto costosa.
Da questo punto di vista è naturale cercare di farlo in modo più economico possibile ma non lo è più quando si desidera che avvenga come un tempo si pretendeva di avere software gratis, a costo di piratarlo: a priori, indipendentemente da tutto il resto.Visto che la pirateria del software, per molti utenti è sempre più impraticabile, ora si è passata a quella delle riparazioni che molti pretendono di avere al costo più basso possibile, cosa giusta, indipendetemente dal guasto e dalle tecnologie che sono coinvolte nel malfunzionamento e nella sua riparazione, cosa sbagliata.
Apple e altre multinazionali hanno deciso di opporsi alla legge in corso di approvazione nel Parlamento Americano che permette le riparazioni. Immagino che questa opposizione nei confronti delle riparazioni terze sia dovuta ai problemi causati da riparazioni molto approssimative di alcuni curiosi personaggi abilissimi nel vendere se stessi e il loro lavoro finchè non si tratta di farlo seriamente.
La spiegazione data da Apple a me sembra quasi ovvia. Altri, evidentemente sono di idea diversa e preferiscono pagare somme, spesso inutili pur di fare un dispetto ad Apple e venire a piagnucolare in rete quando si rendono conto che la riparazione economica da loro richiesta non è cosa credevano loro e il loro dispositivo è stato ritornato con più danni di quando era ripartito. La cosa peggiore è la loro reazione quando qualcuno fa loro notare che se fossero andati da un riparatore autorizzato forse avrebbero speso di meno.
Un altro luogo comune? Il prezzo di qualunque cosa coinvolga Apple. Di solito si dice che è il doppio o il triplo dell'equivalente prodotto usato dalla concorrenza. Apple, a differenza dei concorrenti non produce dispositivi che di tanto in tanto decidono di fare cose strane, senza alcuna ragione valida. Al contrario della concorrenza sulla ricevuta con cui si esce dal negozio c'è davvero il prezzo dei dispositivi appena pagato. Se qualcuno fa loro notare che la cifra pagata per avere un dispositivo Android o Microsoft lo pagano tutte le volte che si collegano alla rete non reagiscono bene e diventano aggressivi quando si ricorda loro che pagano molto più dell'analogo dispositivo Apple, se esiste.
Altri esempi li potrete scoprire dentro e fuori dalla rete. Basta frequentarla un po' per rendersene conto.

Per ora ci fermiamo qui

N.B: L'immagine di testa è una rappresentazione di chi in rete pretende di prendere senza dare nulla in cambio convinto che tutto gli sia dovuto per ragioni che hanno un senso solo per lui.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 