Coming soon - Notizie in arrivo.

Apple, com'è noto, sta rinnovando il catalogo tenendo conto del mercato in saturazione, di alcuni fornitori (....Uno a caso, Intel....) che fanno i capricci sapendo di non essere sostituibili, di altri che sono sostituibilissimi  e del resto del mondo. Tutte le volte che sta per arrivare qualcosa di nuovo o si pensa che stia per farlo appaiono voci, mormori, supposizioni e notizie. In  questo articolo faremo qualche parola per evidenziare alcune curiosità su un aspetto poco noto di questo mondo: come vengono accolte le nuove notizie e le presentazioni dei nuovi prodotti. Da Apple, soprattutto....Che non gradisce scherzi come quello di Intel, che le ha fornito un modem per i suoi dispositivi dotato di caratteristiche inferiore rispetto a quello Qualcomm, nonostante fosse stato presentato come equivalente. Apple ha già fatto sapere che si libererà delle forniture Intel se quest'azienda non si deciderà a fornirle prodotti equivalenti a quelli Qualcomm sul serio e non solo a parole. Intel, al momento, sembra aver fatto finta di nulla per cui è possible che presto non sentiremo più parlare di quelle forniture. Tra l'altro....Sembra che Intel non abbia dei problemi solo con i modem, anche le ultime serie di processori non si differenzia molto da quelle precedenti.....
Parecchi frequentatori della rete, da parte loro, non hanno gradito la mancanza di cambiamenti che, secondo loro, c'è stata nel passaggio tra la famiglia 6/6s e la 7 appena presentata e non si sono risparmiati con le critiche quando hanno potuto farle. Secondo loro Apple avrebbe dovuto differenziare le due famiglie in maniera molto più radicale di quanto ha fatto. Queste critiche, ovviamente non sono piaciute ad altri che, hanno suggerito loro di smetterla di blaterare e di esaminare le caratteristiche interne degli iPhone perchè lì avrebbero trovato le differenze che cercavano.....Le critiche sono scomparse e, come per magia, le vendite sono lievitate.
Dopo gli aumenti delle vendite, ci sono sempre i cali, magari lenti, ma ci sono. Di conseguenza Apple ha ridotto le commesse sui suoi iPhone 7 e in rete parecchi si sono fatti venire le crisi di panico per questo calo produttivo. Poi qualcuno, compreso chi scrive, ha fatto notare che forse quella crisi era fuori luogo perchè dopo i picchi di vendite deve esserci, per forza un calo. Le vendite non possono crescere indefinitivamente, soprattutto in un mercato in via di saturazione come quello degli smartphone. Nessuno degli intervenuti è sembrato ricordarsi di cosa diceva, mascosto tra il pubblico quando gli iPhone venivano presentati....Forse è stato meglio così.
Una cosa del genere è capitata pure per le ultime cuffiette, le AirPods o Air Pods (con Air e Pods staccati). Dopo le prime ondate di critiche su loro difetti (quelli riguardanti la comunicazione con i dispositivi e Siri o la sensibilità ai segnali esterni, per esempio) s'è diffusa la voce che ne vendevano uno sproposito e pare che questa notizia, stranamente, sia vera. Curiosamente, la concorrenza ha fatto perdere le proprie tracce, non s'è quasi più vista nelle recensioni dei prodotti
che si possono trovare in giro per la rete.

L'anno nuovo è appena cominciato, vediamo cosa succederà ora....

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 