Nebbia.....


C'è un po' di nebbia nel mondo Apple....
Prima Apple aggiorna i portatili lasciando, per qualche sua ragione, la versione precedente in catalogo anche se leggermente ritoccata. La scusa ufficiale è l'eliminazione di un'altra famiglia di portatili, quella Air, non più aggiornabile e quindi dismessa dal catalogo. Quasi immediata, dopo gli applausi di rito, la loro prova che ha diviso i frequentatori della rete.
Qualcuno la approvava per via delle sue caratteristiche  palesemente migliori di quelle della serie precedente, altri lo criticavano per via dei suoi difetti e c'era persino chi s'era accorto, all'improvviso, che quell'MBPRO non aveva la touch bar di altri modelli, quella striscia in alto sulla tastiere che Apple ha messo a disposizione delle App e degli utenti.....La reazione dei frequentatori della rete non si è fatta attendere e poco dopo sono arrivati i primi mormorii anti Apple. Gli innegabili pregi che fino a poco prima facevano di questo MBPro, quello senza  Touch Bar,  il mito e la leggenda dei portatili non contavano più nulla....E molti blogger Apple, hanno colto l'occasione di ravvivare i loro introiti pubblicitari che stavano cominciando a languire facendo notare che  le porte Thunderbolt (di qui in poi, Tb per brevità) Apple non erano compatibili con quelle del resto del mondo e le contumelie contro Apple sono ripartite. Ma cos'era successo? TI, Texas Instruments, il produttore di uno dei componenti di questa connesione, non aveva aggiornato quanto di sua competenza e non sembrava volerlo fare per qualche sua ragione. I dispositivi Apple che s'aspettavano connessioni aggiornate trovavano quelle vecchie e respingevano la richiesta di collegamento adducendo motivi dovuti ad incomatibilità tra i due componenti TI o qualcosa del genere, per quanto ho potuto capire. Qualcuno però è riuscito ad aggirare l'incompatibilità e in rete si è diffuso lo sconforto.
Il dramma è diventato palese quando in rete sono apparsi i primi mormorii di delusione....Non era colpa di Apple e non si poteva più darle addosso per addebitarle responsabilità altrui o altre bellamente inventate dai tuttologhi della rete. Ora era chiaro che la responsabilità di questo problema era di TI e dei fornitori  di accessori che non avevano aggiornato i loro prodotti...Lo scandalo è stato insabbiato e nessuno ne ha più parlato. Come contraccolpo a questo insabbiamento, gli introiti pubblicitari sono calati di nuovo e qualche blog ha cercato di farli risalire raccontando le vicende dei professionisti piagnucoloni. Di là questo collegamento c'è un articolo che parla di cosa costoro hanno raccontato e, tra le righe, di come sono stati strumetalizzati pur di attirare nuovi frequentatori .....Ma è servito a poco perchè anche questo scandalo si è smorzato quasi subito...Come sempre in questi casi.
Ora stanno arrivando i primi MBPro con la Touch Bar, i nuovi iMac e le relative prove. Al momento le critiche sono relativamente moderate anche se rimane un mistero la modalità con cui state fatte visto che ci sono pochi dispositivi disponibili per essere provati.
In ogni caso,mentre scrivo queste righe, i critici sono sono  impantananti tra la domanda sulle ragioni perchè Apple non ha messo la Touch Bar su tutte le tastiere e quell'altra, opposta, sulla ragione per cui è stata messa su quelle che ce l'hanno visto che non serve a nulla.
Secondo costoro la soluzione Microsoft-Google è quella migliore. Per la cronaca....
Microsoft ha messo il touch sui display dei suoi  Surface Studio e Google sui suoi ChromeBook e affini ma non sembra sia stata una buona idea e chi lo invoca anche sugli schermi Apple sembra fare finta di non saperlo o di non volerlo sapere. Contenti loro....

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 