Pages

Il prezzo delle novità

Nell'articolo precedente ho raccontato delle novità hardware e software, gli annunci che sembravano palesi frottole e le smentite di voci della rete, le prime dopo parecchi eventi.

Le righe che leggerete si rifanno, in un certo senso, all'articolo scritto in occasione del consuntivo dell'ultimo consuntivo trimestrale Apple da cui si differenziano nell'argomento su cui si basa l'articolo. Là era il bilancio finanziario, qui cosa è successo in rete durante la presentazione degli iPad e delle altre novità a loro legate.

Nel frattempo sono cominciati ad arrivare sia le novità che i commenti della rete. Ce ne sono di standard, per così dire, che esprimono pareri favorevoli o sfavorevoli, ma sempre in maniera civile ed intelligente su quanto è stato presentato da Apple, poi ci sono gli altri.

Sono quelli,intrisi di frustrazione, invidia, carenza di pecunia e altre cose di quel genere, sempre presenti all'interno del trollblog nazionale o altri posti della rete simili a quello.

Appaiono, come magia, uscendo dai nodi più oscuri della rete tutte le volte che Apple presenta qualcosa di nuovo ma, per qualche ragione, giudicano inopportuno.

Il motivo reale, a mio parere, è un'altro. Le novità presentate o in corso di presentazione, sono, solitamente, irrangiungibili e non strumentalizzabile come status symbol da chi critica queste presentazioni e fa il possibile perchè lo siano anche per chi sta seguendo il loro intervento.

Loro credono che se loro si comportano in questa maniera, Apple renderà, prima o poi i suoi prodotti più accessibili, ma è una pia illusione. Quell'azienda non ha mai dato loro il minimo credito e non ha intenzione di darglielo adesso.

Se presi per il verso giusto questi commenti sono da considerare i migliori della rete per via del suggerimento implicito a non fare e, soprattutto, non comportarsi come i loro autori,che credono di poter risolvere i loro problemi strumentalizzando Apple, il suo mondo, i blog che ospitano i loro interventi e chi li legge.

Nessuno dei blog in cuiinseriscono i loro interventi, d'altro canto si guarda bene dal limitare i loro scritti e, spesso, fanno il possibile per incrementare la loro attività e gli interventi di risposta in modo da aumentare, per quanto possibile, gli introiti pubblicitari che arrivano appresso a loro. Il resto non li riguarda

Ogni volta che in quel blog ci sono interventi che criticano qualcosa di Apple e dei suoi prodotti bisogna anche vedere quanti sono. Se sono più di una decina, magari uno dopo l'altro, è probabile che in sottofondo qualcuno dei loro autori ha dei problemi personali di qualche tipo.

Nulla di irrisolvibile, naturalmente, ma se chi ne è vittima vuole affrontarli e risolverli seriamente, forse è meglio farsi aiutare da qualche specialista che suggerisca loro che sono disponibili altre maniere di comportarsi quando si va in rete.

Nei casi peggiori, quando il numero di questi interventi critici,arriva a qualche centinaio, ogni tanto capita, forse potrebbe essere un'ottima idea chiedersi se sanno di cosa stanno parlando.

Sono arrivati gli iPad con M4 da 10" e 13" , la nuova matita Pencil, una nuova tastiera, anche nella sua configurazione, tutti classificati come PRO, un altro iPad, l'Air aggiornato ad M2 e circuitazione rifatta, logic e final cut anch'essi classificati come pro.

Questi due software sono, di solito, usati sui due tablet come strumento di lavorazione preliminare di tipo musicale e trattamento immagine prima di fare l'elaborazione definitiva su uno o più desktop.

Nulla impedisce,naturalmente, che queste lavorazioni siano quelle definitive se i prodotti da rielaborare implicano file di dimensioni non troppo grandi.

Le smentite, a cui ho accennato, sono state una sorpresa, una grossa sorpresa. Gli iPad Mini e il "basic", quello da 10", costano meno.Una cosa da non credere.

L'Air stesso viste le modifiche subite, il nuovo processore e tutto il resto ha un prezzo molto più contenuto di quanto previsto e una cosa del genere aspettava.

Infine i commenti, quelli più gentili ed educati, ovviamente. La ram è troppo poca, 8GB di Ram nel 2024 e a quel prezzo sono un'eresia, lo ssd, da 256 GB, naturalemente, nemmeno da prendere in considerazione, troppo poco e altre cose di quel genere.

A chi fa notare che c'è sempre il Cloud a disposizione, non viene data nemmeno una risposta. Troppo costoso, come il resto del mondo Apple e suggerimento troppo stupido: contraddice l'interlocutore a cui è stato dato facendogli notare che, forse, potrebbe avere torto. Non sia mai.

Per il momento ci fermiamo qui. Alla prossima chiacchierata .

N.B. L'immagine dell'iPad Pro M4 2024 proviene da uno degli archivi di livemint.com

1 commento :

  1. I want to say one thing to you: you are incredible, and I will always remember what you wrote in this essay.

    RispondiElimina

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 

My Instagram

Copyright © Apple Caffè.