Pages

Cerca nel blog

Low Apple


Com'è noto, ultimamente Apple ha avuto un calo di profitti e di vendite che sono stati commentati variamente. Tim Cook ha ammesso alcuni errori di valutazione del mercato da parte della sua azienda e ha promesso che presto sarebbero arrivate delle novità. Più o meno in quel periodo, si sono diffuse le prime notizie del rinnovo parziale del catalogo. In rete erano già circolate delle voci su questo argomento ma l'entità dell'aggiornamento ha sorpeso un po' tutti. I primi rinnovi sono stat quelli di taluni prodotti ritenuti oramai prossimi ad uscire dal catalogo a causa della loro obsolescenza. Ma andiamo per ordine. Qui troverete solo alcuni cenni di questa vicenda, notizie più approfondite le potrete trovare in rete, se vorrete.

I primi ad essere rinnovati e ripresentati sono stati, il Mac Mini e il MacBook Air.Apple ne ha approfittato per rinnovare la parte bassa del catalogo desktop e portatile sorprendendo la rete che non se l'aspettava, convinta com'era che quei due dispositivi fossero alla fine della loro permanenza in catalogo. Il Mini, sembrava abbandonato da Apple in qualche angolo sperduto del mondo Mac, qualche mese fa è riapparso completamente rinnovato , proprio quando tutti si erano convinti che era stato abbandonato da Apple e molto prossimo ad uscire dal catalogo.

Qualcosa di simile è successo anche all'Air. In questo caso, però, quel dispositivo, non era vittima di quell'abbandono deprimente. l'Air aveva ancora un mercato che si era ristretto rispetto a quello originale ma c'era ancora. Il Mini, veniva cercato solo i più nostalgici delle vecchie serie o che avevano già a disposizione qualcuno degli accessori adoperabili anche con quel dispositivo. Ovviamente, appena si è saputo della loro presentazione e delle loro caratteristiche rinnovate, le recensioni e commenti sono arrivati a raffica.

I mercati di destinazione di questi due dispositivi, in un certo senso, sono complementari.Nel primo caso, quello del Mini è quello di molti professionisti, ma non tutti.La ragione è molteplice:la scheda grafica interna è scarsa,mancano la tastiera e il monitor. Nulla di irremediabile, s'intende, ma a molti farebbe più piacere sapere di avere tutto sottomano prima di cominciare a lavorare, senza dover arrabattarsi per cercare ed ordinare qua è là i pezzi mancanti.

Il MacBook Air è la macchina adatta a chi non ha grandi esigenze, niente cose pesanti o impegnative, solo cose semplici e poco gravose. Se poi sono di tipo umanistico-grafico non troppo pesanti, meglio. Se si desiderano maggiori informazioni su queste due macchine c'è il sito Apple con le pagine a loro dedicate o le loro recensioni dall'altra parte dei collegamenti scritti qualche riga più su.

Nel frattempo cosa farà Apple degli altri dispositivi con la diagonale da 13 pollici?
Nessuno lo sa, forse nemmeno Apple, è già capitato in passato. Non resta che aspettare e sapremo. Forse.

Per ora mi fermo qui, poi si vedrà.

N.B: La mela di testa non è quella che fabbrica dispositivi informatici ma per molti frequentatori della rete non fa molta differenza.

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 

My Instagram

Copyright © Apple Caffè.