Pages

Cerca nel blog

Tavolette,ma non di cioccolato.

Quelle tavolette, quelle Apple, gli iPad, in rete sono "le tavolette", i tablet, se si preferisce il termine in lingua inglese. Esistono, naturalmente, anche tablet della concorrenza Android, ma sono una minoranza e ci sono pure gli accrocchi Microsoft, i Surface. Loro vogliono fare credere di essere una miscela di tablet, portatile e, se il loro utente è pervaso da manie di grandezza, pure di desktop. Ma è solo un'idea loro perchè non riescono mai ad essere decentemente nessuno di quei tre dispositivi.

Microsoft e i suoi utenti più fedeli, sono di parere opposto, ma il loro parere non conta molto, per ragioni diverse. Nel primo caso, in  Microsoft devono vendere i loro prodotti e a quanto sembra, non ci riescono molto bene. Per cui se vogliono migliorare i loro risultati commerciali devono inventarsi qualcosa e raccontarla bene. Soprattutto per quanto riguarda la molteplice identità di quei Surface, vera o presunta che sia. Questa loro strana caratteristica li costringe a funzionare in un modo mai completamente noto al suo utente. Costui lo accende, lo adopera, magari come portatile e viene accontentato: sta usando un portatile. Non gli viene però detto che sotto quelle sue dita c'è una tastiera che lo collega, almeno in parte, anche ad un desktop e a un tablet.

Per motivi risalente alla prima generazione di Surface che quando venne proposta non aveva molte prospettive di essere venduta, vista la concomitanza della presenza sul mercato del nuovo iPad.
Microsoft si rese subito conto che se voleva recuperare le sue spese e non ritrovarsi quei dispositivi sugli scaffali dedicati ai flop, doveva distinguerlo dal rivale e presentò i Surface come una innovativa miscela di portatile, tablet e desktop. Tutt'ora i suoi utenti non sono mai sicuri se quando usano quel dispositivo lui sappia che ruolo sta recitando. In passato capitava che quando bisognava usarlo, lo si accendeva e si iniziava ad adoperarlo incrociando le dita, anche quelle dei piedi pregando che non gli venisse una crisi di identità sul rolo che si apprestava a recitare perchè in caso contrario erano problemi seri per tutti.

Tornando a noi e agli avvenimenti recenti, durante l'ultimo evento sono state presentate le versioni aggiornate degli iPad in modo più o meno deciso suddividendoli in tre versioni: quelle (Pro)fessionali, i modelli per chi non ha grandi esigenze d'uso e i sopravvissuti, per così dire. Queste ultime sono versioni di iPad di dimensione standard o mini di qualche tempo fa, le vecchie Pro e alcune generiche. Se volete conoscere le caratteristiche di tutti gli iPad disponibili andate nel sito apple.it, a partire da questa pagina. Seguite i collegamenti - icone in alto e saprete tutto il necessario e pure di più di quanto cercate.

Prima di chiudere, alcune osservazioni....
Questo tablet, per quanto potente e contrariamente a quanto molti affermano, non è confrontabile con i portatili, nemmeno quelli Apple, è fatto per altri usi. Anche se in giro per la rete c'è la convinzione che il sistema operativo più adatto ai nuovi iPad sia, nella migliore delle ipotesi, una via di mezzo tra iOS e Mac OS con la minor quantità possibile di bit iOS. Peccato che qualcuno abbia già pensato a cose simili: Microsoft, come già raccontato qualche riga fa.

Neppure la tastiera - copertina, venduta come accessorio per gli iPad è stata molto gradita. Anche in questo caso, ci sono i Surface e la loro tastiera che può risolvere i loro problemi. Quella Apple, presa dai desktop  può essere una buona alternativa ma entrambe sono destinate ad altri usi, diversi da quelli prospettati dai critici della tastiera - accessorio degli iPad. Apple, suo tempo l'aveva proposta come strumento di introduzione di informazioni fatto con una certa frequenza. Se non cè questo genere di necessità è saltuaria, c'è quella software ornita da iOS, che va discretamente bene per l'uso a cui è destinata.

Al momento mi fermo qui. Alla prossima volta.


N.B:L'immagine di testa è una copia dell'originale di dday.it.Rappresenta un iPad Pro 2018 con uno degli accessori resi disponibili da Apple l'Apple Pencil, la matita Apple; l'altro è la copertina che può avere una tastiera (la Smart keyboard Folio) in dotazione oppure esserne priva.A discrezione del cliente - utente del tablet e delle sue necessità...

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 

My Instagram

Copyright © Apple Caffè.