Pages

Cerca nel blog

Come recuperare file cancellati per errore dal Mac (e non solo)!

Momenti di panico: avete cancellato un file di fondamentale importanza dal vostro Mac, e adesso? C'è un modo per recuperarlo?? Continuate a leggere, o guardate il video che alleghiamo qui di seguito...
EaseUS Data Recovery è uno dei software più semplici e potenti per il recupero dei dati all'interno dei nostri dispositivi, siano essi iMac, MacBook Pro, MacBook Air, SD Card, CF Card, camere digitali, lettori, SSD, USB drive, memory card, hard disk. L'importante sarà collegare l'unità di memoria al dispositivo su cui gira EaseUS Data Recovery e attendere il riconoscimento delle unità collegate. In questo modo potremo andare ad esplorare il contenuto di queste ultime e ripristinare dati, file, eliminati o dimenticati chissà dove tra cartelle, sotto cartelle, librerie... Certe volte i file nemmeno li buttiamo, dimentichiamo proprio di averli da qualche parte e, cosa ancor più grave, dimentichiamo pure che nome abbiano!
Fortunatamente molti software ci salvano in queste situazioni, sia aiutandoci nelle ricerche che nei recuperi più disperati. EaseUS Data Recovery rientra tra questi software e la sue caratteristiche che più ci piacciono sono la semplicità e l'efficacia. A proposito delle situazioni più disperate, c'è da dire che avere un software in grado di farci recuperare quello che abbiamo cestinato, con tanto di svuotamento!, significa avere un grande alleato, per lavoro ma anche
per la gestione di tutti i dati che abbiamo particolarmente a cuore.
L'uso di EaseUS Data Recovery è semplicissimo e si articola in tre passaggi fondamentali. Basterà lanciare l'applicazione e procedere con la scansione di tutta la directory sulla quale abbiamo intenzione di fare la ricerca. Successivamente potremo andare a scegliere e circoscrivere l'area della ricerca, utilizzando un percorso (pensate alla classica struttura gerarchica fatta di directory, librerie e cartelle) oppure scegliendo una tipologia di file (immagini, documenti, mail, ecc.). Individuato il file che ci interessa (in questo ci viene in aiuto anche una comodissima preview), potremo recuperarlo stando attenti a non far coincidere il disco sul quale abbiamo eseguito ricerca, selezione ed estrazione e il disco di destinazione (per comodità potremo utilizzare delle unità di memoria esterne).
Molto utile anche la possibilità di esportare (e importare) le scansioni precedentemente fatte; questo ci fa risparmiare tantissimo tempo, in quanto la scansione "profonda", Deep Scan, quella che riesce a penetrare in profondità tra le pieghe dei nostri dispositivi, può durare a lungo (il tempo dipende ovviamente dalle dimensioni del contenuto analizzato). Avere una scansione già effettuata e importarla riduce di molto i tempi di ricerca ed estrazione dati. EaseUS Data Recovery può essere utilizzato nella versione free, che ha però 2GB come limite massimo per le dimensioni del contenuto da recuperare, oppure nelle versioni a pagamento, e ricordata che potete trovarlo sia per Mac che per Windows, a questo link!
____________________________________________________________


____________________________________________________________

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 

My Instagram

Copyright © Apple Caffè.