Ossessioni

Qualche giorno fa, Apple ha presentato il consuntivo di questo suo primo quadrimestre, a metà strada tra la fine dell'anno passato e l'inizio del corrente anno. In rete hanno notato quattro cose e ignorato il resto: è aumentato il prezzo medio degli iPhone venduti, gli iPhone X non hanno fatto andare in malora Apple, le vendite degli iPhone sono leggermente calate mentre i profitti sono saliti.
Per quanto riguarda il primo punto è evidente che Apple ha venduto molti più iPhone X di quanto previsto dagli analisti che imperversano o appestano, secondo i gusti, la rete con i loro documenti di previsione e analisi dell'operato di quell'azienda per la pervicacia con cui li riempiono di errori.

Per quanto riguarda gli altri punti, in rete ne hanno approfittato per ricordare che gli iPhone costano molto, troppo, ignorando che dentro di essi ci sono tecnologie costose che non sempre verranno implementate adeguatamente dalla concorrenza che i presunti prezzi economici di molti suoi dispositivi sono una cosa relativa visto che il loro prezzo non è solo quello scritto sulla fattura appresso al gingillo con cui escono dal negozi, giulivi, felice e contenti di avere un dispositivo che costa la metà o un terzo del corrispondente modello Apple e fa le stesse cose. Spiegare a questa gente come stanno le cose non serve. Troppo ottusi. Loro dicono solo che Apple costa troppo, sono ossessionati da quell'idea e non c'è verso di levargliela dalla testa.

Gli iPhone, nell'ultimo quadrimestre, hanno trovato molti più acquirenti della concorrenza e a quanto pare,non è stata una notizia molto gradita da parecchi che hanno cercato subito di smontarla raccontando che in realtà c'era stato un calo di vendite. Naturalmente, vista la saturazione del mercato degli smartphone, oramai molto prossima, non sono calate solo le vendite degli iPhone ma anche la concorrenza ha venduto di meno. Questo particolare e quello del periodo a cui i dati di vendita facevano riferimento sono stati, curiosamente omessi.

Poi ci sarebbero i profitti in aumento....Secono questi critici dovrebbe vendere per beneficenza e ignorare le aspirazioni degli investitori che gradirebbero fare profitti pure loro, altro particolare da loro ignorato, convinti come sono che oltre la punta del loro naso il mondo cessa di esistere.
Nessun accenno a al quasi terzo dei profitti dovuto ai servizi o a quelle universal app Apple di cui si parla con sempre maggior insistenza, un'idea,l'ispirazione di S. Jobs, presa da altri,Microsoft, modificata fino a renderla funzionante e, forse, presentata in uno dei prossimi keynote.

Per ora ci fermiamo qui.

N.B Il pendolo di Newton in testa all'articolo, può diventare, anche lui, un'ossessione....

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 