Quando gli altri hanno torto. Sempre...

C'è gente che diffonde analisi e previsioni su argomenti di cui non sa quasi nulla solo perchè sembra avere qualche attinenza con qualcosa che gli sembra di conoscere.
Di solito diffonde, attraverso blog compiacenti, articoli e pareri su cose di cui si ritiene un esperto pur sapendo che 10 minuti dopo aver terminato parecchi si chiederanno perchè ha sprecato tento tempo e spazio disco per parlare di cose senza alcun legame tra di loro. Se mai ne hanno avuto uno.
Non è comunque obbligatorio avere un sito o un blog; compiacenti. Se non lo si trova lo si può sempre costruirne o farne costruire uno ad hoc in modo da poter scrivere, raccontare e dire quello che si vuole certi che qualcuno leggerà e lo prenderà per buono non importa se l'argomento dell'articolo sono i vaccini o l'informatica e i loro effetti collaterali. Fa parte del concetto della coda lunga di cui Chris Anderson ha parlato in Wired e nel suo blog qualche tempo fa. Nel nostro caso,però, non siamo a quei livelli. Siamo nelle profondità dell'abisso di ignoranza informatica e di ostilità nei confronti di Apple che separa il nostro amico analista antibufale da quell'autore americano e gli fanno rimediare sempre e comunque delle figuracce epiche, da cui non sembra imparare nulla, visto il perseverante disinteresse per l'idea di documentarsi preventivamente sull'argomento di cui parlerà nel nuovo articolo. Non importa se sia legato ad Apple o alle bufale di cui  fa credere di essere esperto.
Qualcosa di simile viene anche da taluni produttori di computer e aggeggi affini, Surface compatibili. Non vendono o se lo fanno, le macchine vendute non fanno parte delle vendite certificate da Microsoft e dai suoi alleati.Nessuno di loro ammetterà mai di avere, forse, sbagliato qualcosa. La responsabilità di quel disastro è dei clienti che non capiscono nulla, non hanno sufficiente considerazione dei loro dispositivi e dei venditori non sufficientemente abili a fare loro il lavaggio del cervello pur di convincerli a comprare qualcosa di Microsoft compatibile. Credete che qualcuno ne abbia tratto le conseguenze, qualunque esse siano? Giammai!! La reazione della Microsoft, ad esempio, è stata il Licenziamento di venditori che non hanno venduto abbastanza prodotti che, forse, nessuno vuole. Ma non è bastato a tamponare la crisi, si è passato allora alla chiusura di stabilimenti. Ma i risultati non sono cambiati molto.Dall'altra parte del collegamento c'è la reazione della rete alle notizie sul suo operato, ignorata, come sempre da Microsoft, convinta com'è che in rete non capiscano un accidente del suo operato e, forse, di quella parte di informatica che lei crede di gestire a suo favore. Visto che ogni tanto deve tornare a contatto con la realtà per liberare i magazzini dall'invenduto e impedire ai suoi potenziali clienti di scoprire che al mondo non c'è solo lei, sembra aver deciso di collegare al web le campagne statunitensi facendo credere le cose più strane ai suoi nuovi potenziali clienti.
Qualcosa di ancor migliore, in senso ironico, viene da quell'altro gruppo di produttori, vittime preferite dei malware più vari. Da quando hanno scoperto che copiare evita di ridurre i loro profitti lo fanno con qualsiasi cosa da chiunque capiti loro a tiro riempiendo i loro cataloghi di dispositivi spacciati per nuovi. A costo di riempirsi o farli riempiri dei malware più strani. Quando qualcuno chiede spiegazioni o cerca di suggerire una riduzione della lunghezza del catalogo, gli vengono attribuiti i torti più strani. Soprattutto dai cultori dei dispositivi così attraenti per gli autori di malware. E' accaduto per l'hardware e il software. Ora tocca allo iOT o alla Realtà Virtuale e Aumentata. Apple ha mostrato un certo interesse per queste settori e la loro sicurezza e la concorrenza cosa ha fatto? S'è precipitata a riesumare cose che stava già seppellendo a causa dello scarso interesse (economico) della rete e della sua convinzione che l'unica sicurezza di cui si doveva curare era quella dei suoi proventi.

Alla prossima chiacchierata.

N.B:Immagine presa dal mio archivio.Questo personaggio dei fumetti, Bob Rock del gruppo TNT è un perdente perennemente convinto che i suoi interlocutori abbiano torto, sempre e comunque.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 