Il keynote di Apple secondo la rete.....

 
Sono apparsi come magia in tutta la rete gli annunci del WWDC 2017 e dell'arrivo dei primi inviti.
Se interessano informazioni più dettagliate  suggerisco di andarle a cercare in quelle pagine.
Questo blog, da parte sua, ha annunciato la trasmissione in diretta attraverso il suo canale video.
Com'è noto, i frequentatori del mondo Apple e di tutto quanto vi gravita intorno hanno idee tutte loro su certe cose anche quando si tratta di parlare del Keynote più vicino. Di solito fanno il giochino dell'analista del WWDC e del Keynote che consiste nel prevedere cosa verrà presentato, commentare cosa dicono i vari oratori che salgono sul palco e, finita la presentazione parlare di cosa hanno visto, di solito senza capirne quasi nulla. Anche se qualche anima pia traduce loro quanto si dice in quell'evento.
Nella prima parte, i frequentatori della rete legata al Mondo Apple, cercheranno di capire qualcosa di quel Keynote ipotizzando l'argomento della presentazione e degli interventi ospiti. Di solito, ne sbagliano due su tre. Quando Apple, mossa a compassione, fa sapere loro, per vie non ufficiali, ovviamente, cosa verrà detto in quell'evento.
Nella seconda parte, durante l'evento, ci sarà la gara a chi insulta di più Apple per aver smentito quasi tutte le loro previsioni. Infine la terza parte, nel mese successivo al Keynote che si basa su una via di mezzo di quanto c'è stato nelle altre due tappe: si continua ad imprecare, a coprire di improperi Apple per aver ignorato la maggior parte delle previsioni, si ricorda che la concorrenza aveva già presentato tutto dieci anni prima. Incredibilmente riescono a sbagliare di nuovo cercando di interpretare, a modo loro, quanto è stato detto nel Keynote appena terminato.
Indimenticabile lo spettacolo di messaggi pieni di male parole riversate sui suoi server rei di non permettere loro di scaricare il nuovo software che cessano improvvisamente facendo sembrare che abbiano spento la rete quando qualcuno osserva che potrebbe capitare di tutto durante gli scaricamenti e potrebbero esserci dei problemi per i loro dispositivi se non hanno almeno un backup pulito sottomano. Quando questa gente si riprende dal trauma, altre male parole sono d'obbligo. Ammettere di avere fatto un errore per loro equivale a perdere la faccia.
Fortunatamente, qualche giorno dopo, di solito, tutto si sistema e la vita della rete riprende a scorrere come sempre. Ma questa è un'altra storia  da raccontare.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 