Coming soon - Novità in arrivo?

Nell'ultima chiacchierata avevamo preso in considerazione la voce che sembrava trapelare dalla rete secondo cui, Apple aveva un paio di problemi da risolvere: il primo era il giorno del giudizio, del bilancio consuntivo, il secondo era il rinnovo del catalogo. Ce n'erano anche altri, ovviamente, ma nulla di irresolvibile.
I primi passi, per risolverli erano tranquillizzare il CdA, gli azionisti più importanti e influenti e far calare il rumore della rete che saliva sempre di più, sono stati quelli più veloci da attuare: un nuova GPU, in via di progettazione, per il reparto dei dispositivi mobile e liberarsi di un fornitore che minaccia di condizionare il futuro di Apple, un aggiornamento, pro forma, del macpro in attesa del nuovo modello, forse una nuova tastiera con Touch Bar la cui versione già commercializzata ha lasciato parzialmente perplessi parecchi suoi utenti per gli eccessivi consumi a cui ha dato origine in tutti gli MBPro a cui è stata fornita in dotazione  e per l'assenza nei dispositivi simili della concorrenza che non sembra molto interessata a cose del genere.
Una notizia che ha colpito molto è stata l'ammissione, sottovoce, di un errore degno del peggior analista Apple della rete: Il MacPro è stato progettato male. Loro avevano pensato che le terze parti e i produttori dei dispositivi di alto rango della concorrenza, avrebbe fatto gli aggiornamenti dei loro dispositivi con aggiunte esterne alla macchina principale e aumentando la potenza di calcolo con la maggiorazione del numero dei processori. Sbagliato. La concorrenza è andata in direzione opposta concentrando tutto il concentrabile e,  Apple ha dovuto ristrutturare tutta la linea desktop, molto più profondamente di quanto previsto, impedendo ai profitti in calo di diventare un problema serio e fare in modo che gli investitori o il CdA si facciano influenzare dalle voci che circolano in rete suo operatp. Qualcosa di buono è già stato fatto, con un leggero aggiornamento dei Mac Pro, i nuovi iMac in arrivo ad ottobre e la promessa Apple del rinnovo della gamma desktop a cui ho accennato qualche riga più su, ne sono una testimonianza. Mentre scrivo, le voci hanno ricominciato a diffondersi; ora, però la concorrenza all'origine di una parte di loro, testimoniano qualche timore che a Cupertino stiano per combinarne una delle loro e si accingano a presentare qualcosa contro cui loro non riusciranno a reagire adeguatamente.

Per il momento ci fermiamo qui. Poi si vedrà.

N.B: L'immagine di testa è stata presa da jahmad.net è l'equivalente cinematografico delle novità Apple e del rinnovamento del suo catalogo Desktop.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 