Ingenui, creduloni e sprovveduti

Gli ingenui, creduloni e sprovveduti del titolo sono quei curiosi personaggi che per qualche ragione loro credono a qualunque cosa confermi le loro convinzioni e quelle del loro mondo, non importa se quella conferma l'abbiano ricevuta da qualche marketing, della rete o sia qualcosa di personale. L'unica cosa che conta è che dia loro ragione, sempre e comunque. Fino a quando s'accorgono di avere fatto degli errori di valutazione e la prendono male.
In rete c'è sempre qualcuno che cerca di attirare l'interesse di qualcun altro e,spesso, ci riesce benissimo fino a quando non chiede di aprire il borsellino per pagare. Quando si tratta di pagare la maggior parte dei frequentatori perde ogni interesse e spariscono ma fino a quel momento, lo spettacolo offerto dalla vita in rete è qualcosa che vale la pena di vedere: ci sono personaggi che offrono e altri che accettano. Anche quando la cosa offerta o accettata non è quella che le parti interessate credono o vogliono fare credere..
Qualche dispositivo costa un po' di più altri di meno, a volte valgono il prezzo richiesto, altre volte no. Nella maggior parte dei casi, quei dispositivi li si può trovare, comodamente assisi su qualche scaffale in attesa che qualcuno creda a quanto detto di loro dal marketing o dai venditori e li compri.
Talvolta questi dispositivi possono essere visti pure appresso al loro nuovo utente convintissimo di avere fatto un affare pagando la cifra scritta sulla ricevuta o nelle mani di curiosi personaggi, che molti chiamano venditori, che sembrano avere come unico scopo dell'esistenza è quello di liberarsi gli scaffali dalla merce ancora invenduta. Costoro sanno benissimo che se non svuotano gli scaffali e i magazzini entro tre mesi dall'arrivo della merce, nella maggior parte dei casi, perderanno un sacco di denaro che sarà difficile recuperare. Se si gira in rete, però, c'è sempre qualcuno pronto a sostenere che la cifra pagata per comprare questo o quel modello è quella migliore ma non si chiede mai quante volte la paga durante la vita operativa di quel dispositivo. Quando glielo si fa notare rimane perplesso, non capisce, ma se gli si spiega come stanno le cose e cosa succede quando espone le sue faccende, quelle memorizzate nel dispositivo, alla rete o a chiunque un po' sveglio, perspicace e rapido d'ingegno, che passi dalle sue parti, comprende, diventa aggressivo o reagisce male.
In omaggio a questo blog e ad Apple, in rete si stanno infittendo le voci e le notizie sull'iPhone 8 e sulle caratteristiche del suo display (gli oled,l'area funzionale e poco altro). Nel primo caso qualche spiritoso ha fatto notare che la concorrenza ha già tutto o quasi e in Italia, con la scusa di quelle aggiunte gli iPhone sarebbero costati cifre spropositate. S'è azzittito quando gli è stato ricordato come doveva fare per sapere il prezzo reale del suo dispositivo, quello che qualche marketing gli ha fatto credere di aver pagato la metà di quell'iPhone che lui critica con tanto impegno.
Mentre scrivo è di moda parlare degli iPad prossimi venturi e delle presentazioni di marzo....Di cui qualcuno in oriente aveva parlato; ora pare che non ci sia più nulla di quanto detto fino a pochi giorni fa e quanto detto dalle previsioni e dalle analisi precedenti è rimandato a data da destinarsi...Molti avevano creduto ciecamente a queste voci e non hanno preso bene questa smentita e nemmeno la figuraccia da credulone e sprovveduto che hanno rimediato.
Fino al prossimo annuncio e alla relativa smentita.

Per il momento ci fermiamo qui.

N.B:L'immagine di testa è un utente che s'è reso conto che l'affare che credeva di avere fatto con il suo nuovo dispositivo non lo era affatto e chi l'ha convinto a comprarlo l'ha buggerato.

Share:

0 commenti

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 