Terremoto Amatrice: la donazione fasulla da Facebook fa discutere il web

Nonostante il rischio di essere bannato Facebook a causa del post che stiamo pubblicando in questa sede, ci sono cose che non possono e NON DEVONO passare inosservate. Il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg attualmente a Roma per una conferenza, ha dichiarato di aver destinato come donazione alla Croce Rossa Italiana, per far fronte al disastro del terremoto in centro italia, 500 mila euro.... Ma la "generosa" donazione non è disponibile come fondo direttamente utilizzabile dalla Croce Rossa in questa emergenza, poiché non si tratta di denaro "liquido", bensì di "BUONI PUBBLICITARI" da usare su Facebook, banner in cui diffondere su questo social network una qualsiasi campagna informativa che potrebbe (potenzialmente, in futuro) aiutare l'ente in questione.
MA VERAMENTE?? Capisco che a caval donato non si guarda in bocca ma davvero crede che in questo momento serva questo genere di donazione? Ma non fa una figura migliore NON FACENDO NULLA? A parte la dubbia utilità del buono omaggio per fare pubblicità su Facebook, ma vi rendete conto che è come se per fare bella figura, il produttore di gru regali un buono sconto per acquistare LE PROPRIE GRU per ricostruire le case? Anzi, è molto peggio perché almeno le GRU sono utili a qualcosa, i buoni per i banner pubblicitari su Facebook fanno solamente... PUBBLICITÀ' A FACEBOOK!!
Non ci sono parole che possano arrivare ad esprimere quanto inopportuno, fuori luogo e opportunistico sia stato questo gesto. Ma se voi ne avete (di parole) esprimetevi pure.... Quando ci vuole ci vuole!!

Fonti tratte da Corriere.it

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 