Lo Ying e lo Yang del mentitore informatico.

Lo Ying e lo Yang, vengono dal mondo orientale secondo cui esistono principi contrapposti, complementari e inscindibili che caratterizzano tutto quanto forma l'Universo. Nessuno dei suoi componenti ha caratteristiche di un tipo senza avere quache briciola del tipo opposto.
Vale anche per l'informatica e il suo mondo. Mentre scrivevo altri articoli sui prodotti Apple ho letto qualche commento  a quelle recensioni; tutte le volte che arriva un prodotto nuovo sul mercato: viene presentato, qualcuno ne recepisce le caratteristiche principali, quelle che attirano più visitatori e lettori al suo blog, partono i commenti positivi o negativi  e tanta pubblicità che coinvolge il prodotto e il blogger che ne ha parlato. Qualcuno fa notare qualche incogruenza e la scena cambia, alla stessa maniera con cui lo Ying si tramuta in Yang e viceversa. Il blogger cambia opinione sul prodotto recensito, magari il giorno prima, i suoi commentatori e lettori (o viceversa?) fanno altrettanto, senza perdere troppo la faccia e smentiscono quanto detto al giro precedente O, almeno ci provano...
Per cui, ad essere pignoli, dovrei dedicare queste righe all'equivalente informatico del paradosso del mentitore o di Epimenide, dal nome da chi lo propose per primo. La sua versione,  legata allo Ying e allo Yang, che evidenzia lo scambio di ruoli invece del voltafaccia, va benissimo.Entrambe le versioni si adattano come una seconda pelle a questi commentatori.
Mi spiegherò meglio con un paio di esempi: uno che sta già uscendo dalle pagine dei blogger e uno che sta per entrarvi. Nel primo caso, si stratta dell'iPhone SE, l'iPhone Special Edition.Questo allestimento è un curioso dispositivo ibrido tra vari modelli presenti nel catalogo Apple appartenenti ad un periodo che varia tra il recente passato, il presente e, probabilmente, un futuro molto prossimo. Più di qualche commentatore ha osservato che,  forse a causa della saturazione imminente della fascia alta di mercato è venuto il momento, per Apple, di offrire un prodotto adatto alla quella media, l'iPhone SE, appunto.
Secondo costoro, indipendentemente dalle ragioni ufficiali della proposta, è assai probabile che si siano volute smaltire delle eccedenze di magazzino similmente a quanto era successo tempo addietro con il 5C. Ovviamente è solo una delle tante ipotesi sull'operato Apple che circolano da sempre in rete ma ha qualche punto a suo favore: il calo degli ordini alla catena di fornitura e l'appartenenza al passato dei picchi di richiesta ad Apple dei nuovi modelli.
Nel primo caso è una cosa abbastanza standard in casi come questo.Di solito lo smaltimento delle eccedenze avviene nel giro di uno o due trimestri e, probabilmente, se questa ipotesi ha un fondamento, l'iPhone SE è un modo di accelerarlo e visto che ci siamo,pure un modo di entrare in un nuovo mercato a costi relativamente ridotti. Nel secondo caso dovrebbe essere una cosa risaputa c'è la presentazione, il picco di richieste, una loro diminuzione fino ad un valore di regime e, prima o poi, con un nuovo modello. Non sembra sia così...
Ovviamente s'è alzato subito un vespaio di voci che raccontano le cose più strane: dalla prossima rovina Apple, per via delle vendite che calano le sue, mentre quelle della concorrenza crescono.... Alla scarsa qualità di questo modello in rapporto all'eccessivo prezzo...  Nessuno di questi commentatori si ricorda che la componentistica di questo modello di solito viene usata in modelli che costano, all'incirca, un 30% in più e la concorrenza che alimenta queste polemiche, offre, in perdita, modelli che costano un po' meno o un po' di più e puntano, senza farsi troppi problemi, solo su alcune caratteristiche, quelle più appariscenti e attraenti commercialmente parlando e lasciano in secondo piano le altre.Ovviamente, bisognerebbe anche tener conto dei diversi computi dei prezzi dei dispositivi confrontati ma non sembra che una cosa del genere venga fatta molto spesso (è un'ironia....) e quando viene fatta notare questa inconguenza ..... Nessuno risponde in maniera sensata. Fino alla prossima occasione. Qualcuno ha fatto anche delle prove per vedere come si comportava questo ibrido e....I difetti cercati per alimentare le polemiche non si sono fatti trovare....Tenendo conto della sua posizione nel catalogo Apple, quell'iPhone SE sembra comportarsi discretamente bene, anche nei confronti della concorrenza. Con grande scorno dei suoi detrattori che, ora, pur di dare addosso all'azienda di Cupertino hanno ricominciato a guardarsi intorno alla ricerca di un nuovo bersaglio per le loro critiche. L'iPad Pro da 10 pollici, il secondo esempio di questa chiacchierata,sembra soddisfare le loro aspettative e si apprestano a ripetere,quanto detto e fatto con l'iPhone SE. Ma il cambio del bersaglio non sembra sia servito a molto. Per ora.
Nemmeno riempire le pagine dei blog sui i prossimi MacBook, sembra funzionare....Dopo tutto, questi dispositivi non sono stati ancora ancora presentati anche se sono già stati fatti oggetto di ogni speculazione su Apple apparsa in rete da qualche mese a questa parte.
Sembra quasi che ci sia un'affannosa corsa al difetto che la concorrenza non ha .... Di solito se ne trova o si pensa di averne trovato uno, si guarda nel prodotto della concorrenza  e si trova una falla ancora peggiore. Si smentisce tutto o si prova a farlo e si ricomincia la ricerca, ad infinitum...

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 