A volte può essere difficile accettare le novità...

In rete corrono voci strane: sembra che scorrendo i brevetti Apple essa voglia infilare il suoi Touch Id o, qualche sua evoluzione, in tutti i suoi dispositivi per l'introduzione di dati, come le tastiere, i suoi mouse o altre cose del genere che di conseguenza si ritroverebbero ad appartenere alla famiglia dei dispositivi tattili e parecchia gente ha difficoltà ad accettare questi nuovi dispositivi di input....
Secondo quanto si legge in rete sembra che queste dispositivi abbiano un problema legato ad alcune considerazioni di ergonomia della scrittura dei testi lunghi o scritti spesso e velocemente: la risposta del dispositivo di comunicazione con il computer, tablet e smartphone compresi....E l'uso che ne fa l'utenza.
A quanto sembra,molti utenti quando devono inserire qualche testo, comando o altre cose del genere preferiscono la risposta meccanica del tipo usato dalle tastiere tradizionali che li rassicuri sull'accettazione di quanto hanno appena fatto e non sembra che quella fornita nei dispositivi dotati di risposta tattile (gli ultimi iPhone, ad esempio), sia stata accettata da tutta l'utenza. Di conseguenza la prospettiva che le tastiere classiche e le loro varianti, prima o poi dovrà essere sostituita con qualcosa di più moderno non li riempie di felicità. In passato sono state proposte, senza molto successo, anche altre tastiere virtuali rese disponibili in qualche modo. Quando l'utente premeva un dei suoi tasti virtuali, lo faceva sapere al dispositivo centrale, che si comportava di conseguenza. Di recente Apple ha proposto le cosiddette "smart keyboard", una via di mezzo tra le tastiere classiche, quelle virtuali e le touchscreen, dotate di quel qualcosa di simile al Touch ID a cui ho accennato all'inizio dell'articolo. Se si gira un po' per la rete e si dà un'occhiata alle illustrazioni di brevetti si nota una stranezza: nessuno ha notato una convergenza tra i portatili e gli iPad.Secondo questi disegni o altri simili apparsi in rete, si differenziano quasi solo più nella tastiera e nel processore.In tutto il resto sono sempre più simili.
Qualcosa del genere è da attendere anche per il mouse Apple e anche in questo caso, ci saranno cambiamenti che molti non gradiranno.Concorrenza compresa. Attualmente, nei mouse standard si preme o si ruota qualcosa, si emette un segnale che viene percepito e trasformato in un comando eseguito da qualcos'altro. Con quel Touch o qualche sua evoluzione le cose cambieranno....Ma come?Attendiamo e sapremo...

....Almeno fino alla prossima chiacchierata....

N.B:L'immagine di testa, trovata nel mio archivio, simboleggia la difficoltà di molti ad adattarsi alle novità proposte dalla tecnologia, indipendentemente dalla loro bontà...
Se si seguono i collegamenti segnati dalla pagina potrebbe essere interessante leggere anche gli eventuali commenti dei lettori. Sono uno spaccato di cosa pensa l'utenza dell'articolo, dell'argomento che esso tratta o entrambe le cose...

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 