Auto & Auto

Ora tocca a Marchionne in qualità di ex CEO Fiat, ora FCA. Dopo aver sabotato accordi quasi fatti in passato tra svariate aziende e la Fiat di allora, è andato a tornato a cercarne alcune per convincerle ad unirsi a FCA o fondersi con lei (non il contrario, non sia mai...) ed è stato respinto, prima con le buone maniere, e infine, visto che non capiva, è stato cacciato in malo modo, costringendolo a glissare con i media che gli chiedevano notizie su quelle trattative. Altre aziende contattate, non si sono sentite di respingere quelle offerte e hanno accettato di collaborare con la FCA il minimo indispensabile per risolvere i loro problemi e liberarsi del CEO FCA. Altre ancora non hanno avuto quei problemi e lo hanno cacciato malamente ancora prima di iniziare le trattative. Ora tocca ad Apple. In questo caso il nostro amico, il CEO FCA è stato da lei allegramente ignorato alla stessa stregua dei macblogger e degli analisti sempre impegnati ad esprimere giudizi sulle sue politiche aziendali. Il CEO FCA, non ha gradito quella reazione e dopo aver provato, inutilmente, a blandirla un'ultima volta, ha cominciato ad invitarli a lasciare perdere le auto, territorio di competenza non sua, lasciandole a chi sapeva come farle, come i grandi costruttori di auto, FCA compresa, ovviamente. Non gli è andata bene nemmeno questa volta e vista la discrezione di Apple nel diffondere notizie sulle sue faccende, quasi sicuramente qualcosa deve essere  andato storto irritando parecchio Marchionne, non abituato ad essere ignorato o a ricevere rifiuti.
Alla prima occasione disponibile, ha fatto sapere al mondo che, secondo lui, se Apple non vuole aggregarsi ad FCA, può tranquillamente mettersi tranquilla da qualche parte e smetterla di infastidire chi le auto le sa fare. Non sembra però che Apple gli abbia dato retta nemmeno questa volta. Non è la prima volta che riceve questi suggerimenti.....Quando s'e saputo che stava per presentare un nuovo computer con facoltà telefoniche (non il contrario come nei prodotti della concorrenza), poi conosciuto con il nome di iPhone, anche quando stava per arrivare l'Apple Watch gli orologiai Svizzeri l'hanno invitato ha lasciare perdere....Ora sono nei guai perchè Apple si sta prendendo il loro il mercato. Anche con gli iPad....Soprattutto il Pro è avvenuto qualcosa del gnere. Le vicende che coinvolgevano gli iPhone, gli orologi, e i tablet hanno occupato svariate pagine ma sono state fatte sparire appena possibile dai vari blog e siti quando hanno coinvolto la concorrenza....Per quanto riguarda Apple e FCA è calato il silenzio e Marchionne non ne parla più o cerca di camabiare argomento quando i media chiedono notizie su quella vicenda.
Apple continua per la sua strada, ogni tanto il suo CEO si lascia sfuggire qualche notizia, giusto il minimo indispensabile a tenere desta l'attenzione dei media sull'Apple Car. Nemmeno un accenno all'FCA e al suo CEO , il buon Marchionne, che ora, forse, è quasi certo di essersi preso un'altra porta chiusa sul naso. Forse non è stata una buona idea, per  quel CEO dire ad Apple, tra le righe, che non capisce nulla di qualcosa....A nessuno piace...Con Apple è la maniera più sicura per convincersi del suo disinteresse nell'esistenza di FCA come possibile interlocutore per iniziative di qualunque tipo.

Per il momento finisce qui. Alla Prossima chiacchierata.

N.B:La macchina di testa è la copia di uno dei tanti modelli di Apple Car presenti in rete.
Questo è quello presente in squarespace.com

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 