Dal Keynote e dintorni.

Pare che il 15 marzo, tra quaranta giorni, nel momento in cui scrivo queste parole ci sarà un Keynote, quello primaverile in cui, secondo la rete, verranno presentati un iPhone con il display da 4 pollici e dotazione del 6 / 6s parzializzata, un aggiornamento del iPad, chiamato iPad Air 3, una specie di iPad Pro in versione ridotta caratterizzato dalla riduzione del display e, forse, dall'assenza del Force Touch  e poco altro ma non sarà questo l'argomento di questa chiacchierata. C'è già gente che l'ha fatto, lo sta facendo e lo farà meglio di me. Mi limiterò come ho già fatto altrove,a raccontare, cosa avviene attorno ad Apple e ai suoi Keynote.
Appena s'è sparsa la notizia del Keynote si è riaccesa la guerra tra bande dei sostenitori Apple e della sua  concorrenza che ha l'abitudine di inserire nuove funzioni ai loro dispositivi per alzare il prezzo d'acquisto nascosto sotto presunti avanzamenti della tecnologia in modo che tutti i potenziali clienti si precipitino ad acquistare i nuovi dispositivi e gettino nella spazzatura quelli vecchi a cui, è stato nel frattempo azzerato ogni valore commerciale. A volte questo trucchetto non funziona e l'anno successivo quelle funzioni vengono levate dal dispositivo o nascoste sotto con altre di minor valore e qualità inferiore. Come se volessero punire i  clienti di aver fatto loro mancare, spesso in maniera clamorosa, le previsioni di acquisto. Apple dal canto suo, pur non vivendo di beneficenza, com'è ovvio, inserisce nei suoi dispositivi qualcosa di nuovo solo quando serve e funziona. Queste novità, però, non sono sempre gradite a tutti....Tutte le volte che ne arriva qualcuna c'è gente che sostiene la sua disponibilità sui dispositivi Android da molto prima di quella Apple. La risposta a queste osservazioni viene da qualcun altro che chiede ironicamente se è stata tenuta segreta al 90 - 95% dell'utenza  in attesa della versione Apple che, notoriamente funziona sempre meglio di quella Android o di altri concorrenti. La risposta a questa domanda non arriva mai e quando lo fa è sempre molto aggressiva e talvolta violenta. Talvolta capita che Apple arrivi davvero prima nell'implementare qualcosa....Sei mesi dopo, più o meno, ce l'hanno anche i concorrenti che s'inventano qualche scusa per giustificare il loro semestre di ritardo dell'implementazione. I tifosi non aspettano altro e....Si ricomincia tutto da capo.
Recentemente Tim Cook ha avuto un incontro con i dipendenti per parlare di Apple, dei suoi progetti e del suo futuri. Oltre agli ovvi incoraggiamenti ai dipendenti e alla sua visione ottimista del futuro, Il CEO Apple ha fatto sapere qualcosa di interessante: Apple non ha bisogno di vendere iPhone economici se economico signifca depotenziato. Quindi l'iPhone economico, il 5SE / 6c / 7c /chissàcosaltro, che con il suo display da 4 pollici, potrebbe essere visto come un'inversione a U sulle decisioni prese a suo tempo  potrebbe anche non essere presentato al Keynote di marzo, contrariamente a quanto annunciato dalla rete. Non sarebbe nemmeno la prima volta che capita... Di conseguenza, Gene Munster un analista Apple della Piper Jaffray famoso per non azzeccare quasi mai nessuna delle sue previsioni potrebbe avere ragione....A suo tempo aveva anche espresso il parere che quell'iPhone era contrario agli interessi Apple spiegandone le ragioni che qui ometto per semplicità e aveva previsto che a metà marzo non sarebbe arrivato nessun iPhone economico  di cui si vociferava in rete in quel momento. Se c'azzeccasse, sarebbe una cosa rara... Non gli capita spesso di prevedere, magari in modo impreciso, cosa farà Apple di lì a poco.....Di solito dice solo corbellerie. Questa volta sarà diverso?

Alla prossima chiacchierata....

N.B: L'immagine di testa rappresenta L'EddyStone Rock in Tasmania e la vita che gli pullula intorno, più o meno come Apple, le discussioni su di lei e le guerrre tra bandeche imperversano nella rete. L'incontro di Tim Cook a cui ho accennato nel testo è stato ripreso da alcuni macblog che citano,a loro volta Mike Gurman (9to5Mac.com) oppure Juli Clover di macrumors.com che sembrano fonti ben informate.

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 