Comicità e un po' di ironia nel mondo Apple...

In questa chiacchierata parleremo del talento comico di Apple e del suo mondo così come è stato mostrato al pubblico della rete. Suppongo che sia una nuova forma di Marketing....
Cominciamo dalla corbelleria più nota, l'Error 53 trattato in vari articoli, anche in questo blog.
Non sapendo bene come mostrare il suo senso dell'umorismo ed il suo talento comico, Apple ha inserito, negli ultimi aggiornamenti, delle righe di codice che facevano apparire sullo schermo di alcuni iPhone un messaggio che accennava ad un errore di tipo 53, di cui nessuno sapeva nulla, fatta eccezione per la sua capacità di inchiodare lo smartphone senza speranza di rimedio. S'è poi venuto a sapere che quell'messaggio era un modo di indicare una riparazione taroccata, componenti non originali o entrambe le cose; l'iPhone che ne era vittima, salvo poche eccezioni, per motivi di sicurezza, era reso inutilizzabile e irriparabile a costi ragionevoli....Quasi da cassonetto....In altri termini, ad Apple era talmento piaciuto scoprire che i suoi clienti le avevano fatto lo scherzo di dilettarsi con le riparazione non autorizzate, magari basate su componenti di origine perlomeno dubbia, che aveva voluto contraccambiarlo con quell' Error 53 e relativo inchiodamento. Ovviamente tutto il mondo dei macblogger e dei suoi utenti aveva applaudito con ovazione e ola a questo esempio di misconosciuto talento comico. Meglio di Apple aveva fatto solo Microsoft con i suoi Surface Book e il loro funzionamento creativo....Quando si accendavano e funzionavano.
Alcuni di loro erano usati come strumenti meteorologici....Se sui loro schermi apparivano cose che 'somigliavano a nuvole, fiocchi di neve o altre cose del genere, chi  vi assisteva era quasi sicuro che il giorno dopo ci sarebbe stata meteorologia avversa con precipitazioni di vario genere e tipo.....Pare che quei Surface Book abbiano azzeccato più previsioni di parecchi meteorologi umani dotati di grande esperienza nel settore delle previsioni.
Tanto per non perdere il suo talento comico e mantenerlo in esercizio, Apple ha anche dato inizio alle campagne di sostituzione dei cavetti USB-C di Mac Book Retina 2015 motivati da ricarica difficoltosa o altre cose di quel genere guadagnandosi l'applauso e l'ola, parlando di un presunto difetto di progettazione. Ovviamente Apple non ha fatto nomi, ma ho l'impressione che qualcuno della catena di forniture abbia voluto mostrare ad Apple e ai suoi clienti la sua comicita spedendo dei cavi difettosi ignorati dai controlli di qualità. A volte l'invidia nei suoi confronti del talento comico di Apple fa fare cose strane....Come cercare di rubarle la scena che, sono certo, le sarà ceduta dall'azienda di Cupertino, nota per il suo senso dell'umorismo che la contraddistingue quando si tratta di fare il suo lavoro. Così potrà divertirsi finchè vorrà....Apple,nel frattempo, visto, che quei cavi devono arrivare comunque, avrà già sostituito quel fornitore senza alcun problema con qualcun altro, magari con meno talento comico ma maggiore precisione nella qualità dei prodotti per i suoi clienti.
ITunes ad essere onesti, comincia ad essere un briciolino stagionato e, pare, cominci ad avere qualche difficoltà di funzionamento....Apple ha fatto sapere, attraverso due suoi dirigenti che quei problemi sono un prodotto dell'immaginazione dei loro utenti, non esistono....Ma se si aggravano loro vedranno di sistemarli...Nemmeno finito di parlare che è arrivato l'applauso con ovazione e ola per le loro spiritosaggini....Non mi risulta che al momento, qualcuno si sia ancora chiesto come facciano quei problemi ad aggravarsi se non esistono.....
Pure le società sussidiarie di Apple pur di non lasciare solo a lei la scena, si sono date fa fare eanche loro hanno tenuto a far sapere che, nonostante le recenti turbolenze dirigenziali, gli studi sull' iCar proseguivano. A tale scopo, hanno fatto sentire fino a due isolati a distanza la loro presenza e, se il vento era a favore, pure gli abitanti di un paio di quartieri più in là sapevano che c'era qualcuno che provava motori, presumibilmente elettrici, 24 ore al giorno. Ad un certo punto, però, qualcuno ha deciso che la sordità non era l'ideale della sua vita e ha fatto sapere tutto alle autorità competenti....E alla rete che ha reagito di conseguenza.
L'ultima corbelleria di cui s'è saputo è stata quella della data. Non si sa bene come è capitato, ma qualche utente iPhone s'è ritrovato sul display la data del primo gennaio 1970, quella stessa data usata da molti computer per indicare che la pila a pastiglia della memoria tampone era da sostituire. Sui dispositivi iOS quella data si comporta in maniera molto più creativa....Inchioda senza (quasi) speranza tutto.
Molti utenti, presumibilmente con problemi intellettivi, forti inclinazioni masochiste o entrambe le cose, non si sono potuti trattenere e hanno voluto verificare se Apple era davvero quel talento comico di cui parlava la rete e faceva loro lo scherzo di inchiodare davvero l'iPhone....Detto....Fatto....Spostamento manuale della data al primo gennaio 1970 e.....Zac....Tutto inchiodato...In maniera più disastrosa persino di quella che coinvolgeva l'Error 53  summenzionato. Questa volta qualcosa deve essere andato storto e la comicità sottesa a questa vicenda è sfumata, gradualmente, in un trauma curabile solo con un velo di pietoso e silezioso oblio...

Alla prossima chiacchierata...

N.B: l'immagine di testa è il d'oh di Homer Simpson è preso dal mio archivio.

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 