La migliore colonna sonora per le vostre feste, (e per i regali) in offerta su iTunes!

Natale e feste varie imminenti inducono ad acquisti e regali. I consigli musicali in questi casi sono sempre bene accetti. E dopo tanti auricolari, diffusori, casse varie, radio, impianti di tutti i tipi, ecco la materia prima: la musica. E la musica di iTunes può anche essere regalata, con un semplice click accanto all'album (o al brano) selezionato.

A cominciare dalla colonna sonora più attesa di questo inverno: The Hateful Eight (questo il link diretto su iTunes), il nuovo film di Tarantino. 
Colonna sonora affidata a Ennio Morricone, che torna al western dopo 40 anni. 

L'ultima volta in cui il maestro romano si era cimentato nel genere risale al 1975 con Un Genio, due Compari, un Pollo, commedia western di Damiano Damiani non certo indimenticabile. Molto meglio la penultima volta del connubio Morricone-western, trattandosi del campione di incassi dei western italiani: Il Mio Nome è Nessuno (questo il link diretto per iTunes), con Terence Hill ed Henry Fonda. Film di culto che si inserisce di diritto tra i prodotti migliori del filone spaghetti western. La colonna sonora di The Hateful Eight è molto più in linea con gli ultimi decenni di Morricone: grande respiro sinfonico e poche "aperture" verso quella grammatica musicale che ha reso celebri i film di Sergio Leone. Insomma, solennità di sicuro ma non aspettatevi chitarre polverose.
Adele è l'eterna favola. Cenerentola 2.0, Pretty Woman aggiornata. Comunque sia è l'ascesa da pane e polvere a red carpet e stelle. Nel suo caso, da ragazza della porta accanto, sovrappeso e con una voce che funziona, a femme fatal che inchioda il mondo con un hello. La trama perfetta per il marketing: la gente vuole continuare a sognare questo sogno, questa ascesa. Anche se non per se stessi. L'importante è che qualcuno continui a farcela, le favole degli altri le proiettiamo sullo schermo delle nostre consolazioni: ci fanno stare meglio. Un po' è l'effetto empatia, un po' l'illusione che il merito paghi (e questa illusione è un altro trucco, neanche troppo segreto, del marketing). Aggiungiamo un altro ingrediente: viviamo nell'epoca dei talent show e, tra Suor Cristina e Susan Boyle, Adele giganteggia. 25 (questo il link diretto su iTunes) è il suo terzo album. In apertura la straconosciuta e straparodiata Hello. Nulla da dire, il brano funziona, anche se arrivare vivi alla fine dei quasi cinque minuti è impresa già notevole e degna delle migliori attenzioni da parte di Babbo Natale e della Befana. Il resto del disco scorre via, come dire, senza troppe impennate. Ecco, potremmo pure dire che trattasi di una rottura di ***** però saremmo ingenerosi; in fondo qualche buon brano c'è. Regalo perfetto per lo smartphone della mamma.

Altro regalo perfetto è A Head Full of Dreams (questo il link diretto per iTunes) dei Coldplay. La parabola dei britannici è fin troppo nota. Forse, anzi sicuramente stanno vivendo ormai da anni sul ramo discendente di questa parabola. L'ultimo disco non li risolleva, semmai ne "congela" la caduta ed è già un bel risultato. Certo, siamo un po' troppo criticoni. Qualche canzone che potrebbe far compagnia, una compagnia contagiosa in senso pop, durante le feste c'è; meglio tralasciare magari i testi, un po' troppo, come dire, banalotti, ma per noi che non siamo madrelingua ciò che conta in questi casi è la musica. Se poi vogliamo dirla tutta, regalate qualcosa di vecchio dei Coldplay, tanto la musica non ha scadenza. Parachutes (questo il link diretto su iTunes) e A Rush of Blood To the Head (questo il link diretto per iTunes) possono andar benissimo. 
Tra l'altro risparmiate pure...

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 