Esclusive....

Avere l'esclusiva di qualcosa significa, ovviamente, che il resto del mondo è escluso dalla possibilità di avervi a che fare. Qualche volta gli altri non sono affatto contenti di questa nostra esclusività, altre   ne sono felicissimi oppure rimanere del tutto indifferenti nei confronti di questa esclusività...
In questa chiaccherata parleremo delle esclusive riservate a taluni dispositivi mobili molto di moda.
Di recente, è venuto alla ribalta un nuovo malware, KeyRaider che si piglia tutto quello che può dallo smartphone del furbacchione che ha voluto fare il Jailbreak e lo spedisce in Cina dopo aver impedito o reso diffilcoltoso il ripristino dell'iPhone depredato. Di lì a poco arriva la richiesta di riscatto...In questo blog ci sono alcuni consigli per eliminarlo.
Questo malware, forse, è un discendente  o un emulo di AppBuyer, apparso, l'anno passato.
Costui si differenziava da KeyRaider per la destinazione dei dati razziati che venivano usati dagli autori di quel malware per comprarsi software regolare nell'App Store Apple.....
A spese degli utenti iOS depredati  poco prima.
Una cosa più ecumenica, invece, è stato il malware che usava come vettore di trasporto gli MMS.
Sui dispositivi iOS,a causa di alfabeto mal gestito, prendeva dei caratteri , li metteva nella sequenza giusta, quella di un MMS ad hoc che veniva inviato a qualche malcapitato e....Zac....Il suo dispositivo s'inchiodava. La variante Android, invece...Era molto più divertente. A causa delle modifiche  che a molti utenti piace fare....Quell'MMS, o qualche sua variante, entravano nel dispositivo e se ne uscivano non lasciavano nemmeno le rovine di quanto c'era prima del loro arrivo.
Anche in questo caso, come in altri casi precedenti, c'è stata la solita sceneggiata: i dispositivi iOS avevano dei problemi da questo MMS? In rete si leggeva di tutto...Toccava ad un disposivo Android avere quel genere di problemi?Sulla rete calava un imbarazzante e imbarazzato silenzio..... Nessuno usava la parola Jailbroken, taroccato, dopo iOS e nemmeno accennava alle equivalenti modifiche Android.....Solo tanta ipocrisia, disinformazione e ignoranza .
Fino al prossimo guaio come il certifi-gate, ad esempio....
Costui era un malware che approfittava dei protocolli per l'assistenza remota forniti da Android. La procedura di solito era: veniva simulata un'assistenza remota ad un software che ne aveva la possibilità e.... Quel dispositivo era perduto, usato in remoto a discrezione dell'autore del malware.
In rete, scoperta l'esclusività Android di questo malware, questa volta non hanno nemmeno tentato di coinvolgere i dispositivi iOS....Hanno cercato subito di insabbiare tutto e di trovare una soluzione facendo il possibile per impedire che si venisse a sapere....Che era incompleta perchè permetteva solo scoprire se il proprio dispositivo è inguaiato...Non come si può toglierlo da quel guaio. Ovviamente s'è saputo subito e la rete si è riempita di risatine e battutine di chi non era stato coinvolto da questo problema. Si è poi saputo che la soluzione completa c'era ma era fuori dalle possibilità de comune utente Android. La calma è ritornata quando sono arrivati i crapware e bloatware.
E' il nome con cui sono conosciuti popolarmente. Gli unici danni che fanno affliggono solo la pazienza e al portamonete dell'utente del dispositivo che scopre di aver pagato dei software senza alcuna utilità per lui. Di solito i crapware sono software insulsi che occupano poco posto, sono fatti molto malamente e non servono quasi a nulla...I bloatware sono l'opposto: possono essere fatti anche discretamente bene ma occupano tanto posto nella memoria e talvolta sono inutilizzabili a causa dell'eccesso di funzioni di cui i software a cui si riferiscono sono composti.
In comune hanno le proprietà di non essere considerati malware (sofware maligno, in altri termini), di solito non servono quasi a nulla e sono quasi ineliminabili.
Tavolta non si può impedirne l'installazione ed è capitato di scoprire che la sua eliminazione poteva causare  più danni che lasciarlo lì dov'era. E' stato lasciato lì....
Qaulcuno ha cercato di estendere le caratteristiche di questi sofware ai dispositivi iOS, senza avere alcuna conoscenza  del loro funzionamento o delle caratteristiche di quel sistema operativo. E' stato brutalmente azzittito e invitato ad occuparsi solo delle cose  che conosceva....

Alla prossima chiacchierata....

N.B: Quelle mele cubiche arrivano dalla rete e sono una copia di quelle preenti in favim.com
Ogni tanto in rete si trova qualcuno che cerca di vendere melecubiche o la loro licenza di coltivazione.
Pochi, molto pochi, sono interessati. In genere sono quei curiosi personaggi convinti che quel genere di mele sono una fonte di profitti generati dalla rarità della loro coltivazione. Covinti loro...

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 