La tecnologia si evolve.....

La tecnologia si evolve sempre: quella mobile  ha appena cominciato a diffondersi assieme ai suoi supporti (come gli iPad e gli iPhone o altri dispositivi simili) che già s'intravvedono nuove opportunità nelle tecnologie indossabili. Se si guarda un po' in rete si nota che c'è di tutto: proposte fatte per fare vedere quanto si è bravi a produrre nuove tecnologie che non interessano quasi a nessuno dei potenziali clienti (non utenti....), tecnologie che vendono qualcosa ma si fanno sbattere fuori dal mercato per le ragioni più varie (mi è sembrato di sentire Google Glass....).
Ci sono pure proposte di produttori legate a concezioni di mercato tali per cui i clienti non sono degli utenti di qualche loro prodotto ma semplicemente dei polli da spennare con le proposte più strane utili solo ad incrementare i loro profitti e null'altro.
Ci sono poi tecnologie che appartengono, almeno in parte, a quel mercato chiamato genericamente waporware. In questo tipo di mercato, periodicamente vengono presentati dei prodotti hardware o software e la promessa di commercializzarli di lì a poco. Se riescono ad apparire in qualche catalogo, vi rimangono quache mese e poi spariscono per i motivi più oscuri facendo venire brutte idee a chi è un po' addentro a queste cose  e parecchie perplessità agli altri. Quando, poi, si trovano certi articoli in rete in cui si narra di quel waporware che appare e scompare quasi come in un gioco di prestigio trattandolo come se fosse una cosa normale per un prodotto apprire e sparire dal mercato con quella velocità c'è da rimanere interdetti....
Attualmente le tecnologie indossabili gestiscono automazioni, sensori e attuatori di tutti i tipi e generi, anche se quelli più di moda sono quelli legati ai settori della domotica e della salute, forse più noti con i loro sinonimi in lingua inglese home automation o health & fitness. A distanza seguono i giochi, usati  a suo tempo per diffondere i dispositivi mobili e , ancora più lontani, su dispositivi simil Google Glass, sono previsti esempi di realtà aumentata (augmented reality è il nome tecnico) e qualcos'altro che non si capisce bene cosa sia ma è chiaro che per ora servono, solo come dimostrazione, fine a se stessa e molto costosa, di bravura, nel maneggiare le nuove tecnologie. Non si prevedono, a breve termine applicazioni o scopi utili per farsi notare da qualcuno che sia in grado di utilizzare profiquamente.
La realtà aumentata è solo una mezza novità. Qualcuno ha trovato il modo di sovrapporre, in maniera trasparente, qualche immagine e delle informazioni su di essa e l'ha fatto sapere in rete.
Qualcuno ha sentito profumo di profitti, e si è precipitato a produrre qualcosa.....Accorgendosi, troppo tardi che quel profumo era solo il prodotto della loro fervida immaginazione.
Apple, in tutto questo, che parte ha?
Oh, semplice..... Per quanto riguarda l'augmented reality per un po' è stata in disparte a vedere cosa succedeva poi, appena quelli hanno smesso di fare i loro pasticci, pare....Che abbia deciso di inserirla nelle sue nuove mappe che arriveranno nel trimestre successivo al WWDC di giugno.
Nel frattempo Apple ha continuato a progettare nuovi prodotti e ad aggiornare quelli presenti in catalogo.
Presto iOS 9 includerà, in collaborazione con l'Apple Watch, un aggiornamento per Siri, funzioni per l'home automation e heath & fitness migliorate, rispetto a quelle dell'anno passato.
Poi, si dice che ci sarà un nuovo Apple Watch sdk, o qualcosa di simile, preparato per favorire la creazione di software per l'automazione casalinga, la salute e la sanità, usando i sensori, gli strumenti di misura e il monitoraggio delle informazioni da parte di Siri forse  via Apple TV trasformato in un concentratore per i giochi, home automation (domotica, in italiano....) o altro ancora...
Da non dimenticare l'Apple Research Kit per il settore medico....Anche se dubito che i nostri medici l'adopereranno. Sono troppo presi dal cercare di non inchiodare i loro sistemi Windows da cassonetto  che il Servizio Sanitario Nazionale ha loro imposto al solo fine di mantenere una burocrazia con l'unico interesse ad auto perpetuarsi.
Al Keynote estivo sapremo qualcosa in più....


Alla prossima chiacchierata.

N.B:L'immagine di testa è un gruppo di parole che servono ad etichettare quanto scritto nei testi a cui si riferiscono.
L'immagine tratta è stata presa dalla rete ed è una copia di quella trovata in geoffmerret.co.uk

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 