Siri si è rinnovata...



Siri è l' assistente vocale, basata sul linguaggio naturale, proposta da Apple.
La tecnologia su cui si basava cominciava a non essere più adatta alle esigenze di Apple e dei suoi utenti. Forse era venuto il momento di dargli una risistemata che ha rinnovato il suo codice e gli ha aggiunto quello di Apache Mesos,la tecnologia che gestisce i server a cui si rivolge Siri quando deve rispondere alle richieste che le vengono poste dai suoi utenti.
L'unione di queste due tecnologie sembra offrire ottime prospettive per il futuro per cui, forse, è venuto il momento di descriverle almeno succintamente. In seguito si potrà sempre tornare a parlarne.
Siri è in grado di comprendere le richieste che le vengono fatte, trarne le opportune conseguenze e rispondere in maniera adeguata. Anche quando si intende scrivere qualcosa o interagire con qualche documento. Siri sa sempre come fare per aiutare l'utente a fare il suo lavoro nel miglior modo possibile e se è necessario trovare uno strumento per farlo, lei sa dove trovarlo, entro ragionevoli limiti. Così è scritto, più o meno, nella pagina in cui Apple presenta la cooperazione tra iOS 8 e Siri. Ovviamente è un documento del marketing Apple ma suggerisco di leggerlo ugualmente perchè è un buon esempio di cosa può essere fatto quando si coinvolgono le tecnologie di intelligenza artificiale unite a quelle del linguaggio naturale nei propri progetti.
Siri, dal canto suo, è arrivata alla sua terza edizione migliorando con notevoli migliorie al suo codici e alle tecnologie su cui si basa, compresa quella AI (artificial intelligence, intelligenza artificiale, in italiano). L'adozione di quella Apache, Mesos, servirà per gestire meglio l'interazione tra i vari data center diminuendo il tempo occorrente tra la domanda posta e la risposta da dare.
La tecnologia, Apache Mesos è un sistema operativo per data center che gestisce in modo più efficiente i vari server collegati tra di loro in qualunque posto si trovino e operino.Per essere esatti, si appoggia ad una variante personalizzata ad uso Apple in funzione di come lavorano i suoi server sparsi per il pianeta, di Siri e delle nuove tendenze informatiche mobili. Non è la sola ad avere avuto questa idea quando si è trattato di risolvere grandi quantità di richieste provenienti da dispositivi mobili.
Mesos, basato su software open source, è stato adottato da Apple perchè molto adattabile alle caratteristiche dei suoi datacenter che gestiscono Siri e gli altri servizi messi a disposizione dall'azienda di Cupertino. Mesos facilita la loro manutenzione, il loro aggiornamento e la creazione di nuovi, sviluppati al di fuori dell'ecosistema Apple e basati su Mesos e sulle tecnologie vocali iOS.
Se si desidera conoscere qualcosa in più su Mesos ci sono degli ottimi tutorial in lingua inglese. Qualcuno di loro necessita di più preparazione di altri ma se si ha un minimo di conoscenze quei documenti dovrebbero essere abbastanza comprensibili....

Alla prossima chiacchierata.

N.B:l'immagini di testa è una nuvola di etichette (tag cloud, in Inglese)sul linguaggio naturale preso dalla rete. L'originale è di studycircle.com.

I documenti dall'altra parte dei collegamenti (o link) di questa pagina sono, nella maggior parte dei casi, in lingua Inglese. Sono molto più affidabili anche della loro traduzione in lingua Italiana, se esiste...

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 