Memoria labile....

La Microsoft, l'opera degli autori di malware, i suggerimenti di taluni programmatori, Tim e l'ultima uscita di Gene Munster, sono gli argomenti di questa chiacchierata in cui narreremo della memoria labile su cui contano molti attori della scena IT  presenti in rete.

La Microsoft è tornata alla carica con il Surface Pro, ora alla sua terza versione. Tutte le volte cambia pubblicità sperando che i destinatari non si ricordino di quella precedente; ha persino provato con svariati articoli-marchetta apparsi su diversi blog italiani e svariati comunicati commerciali .
A onor del vero, va notato che quei blog hanno rimediato a quell'infortunio redazionale con una prova del Surface Pro che m'è sembrata molto più ben fatto e ragionevole dell'articolo su qello stesso argomento di qualche mese prima.
Altri articolisti hanno parlato di quel dispositivo Microsoft entro i limiti leciti, annunciando il nuovo prodotto e i relativi comunicati aziendali, facendo qualche commento e lasciando i lettori a fare  il resto; altri sono andati, a mio parere, un po' oltre quei limiti e gli autori dei commenti in fondo all'articolo hanno peggiorato le cose dimostrando curiose carenze informative e informatiche.
In seconda posizione si può porre chi ha ideato Inception un malware spione che colpisce i dispositivi Android, i BlackBerry e, pare pure quelli di Microsoft mobile. Quelli IOS.....Solo se taroccati con il Jailbreak legato al repository Cydia.
E' noto che Apple sta proponendo IOS 8.x in cui sta inserendo del software per la salute e la forma fisica. Siamo alle prime versioni quel software sanitario e come tutte le versioni iniziali ci sono dei problemi da risovere....Ma molti utenti invece di contribuire in maniera costruttiva alla loro soluzione piagnucolano sui difetti dei loro dispositivi IOS o, se sono programmatori, propongono di abbandonarlo al suo destino per passare a quello Android che è ancora più malmesso. Loro, però, a causa delle loro memoria labile, non sembrano saperne o ricordarne nulla. Come sempre.....
Poi c'è la Tim. Questa volta, è toccato a lei l'onere di fare poposte mirabolanti, pur di svuotarsi i magazzini dei prodotti vecchi, invenduti e invendibili o obsoleti sperando nella memoria labile dei suoi potenziali clienti per ridurre le giacenze ancora presenti sui loro scaffali....
Infine....C'è Gene Munster, l'analista Apple che ha screditato e fatto sbeffeggiata la sua categoria da tutta la rete e da chiunque conosca il minimo sindacale su come funziona il mercato IT.
Costui è quel personaggio che da quattro o cinque anni, pur di fare vedere che è vivo ed esiste ancora, appare periodicamente in rete e predice cosa farà Apple nei mesi successivi. La sua specialità è l'Apple TV che tutte le volte, secondo lui, deve apparire, sicuramente, entro l'anno. Di solito, la sua la sua apparizione viene accompagnata, preceduta e seguita, su parecchi siti e blog di seconda o terza fila dalle caratteristiche di questo nuovo dispositivo Apple che tutti spacciano per  oramai imminente. Non sono mai le stesse e il buon Gene Munster, a furia di leggerle, va in confusione e quando viene intervistato sul futuro di Apple ne predice......Il passato e racconta cose note a tutti gli intervistatori e ai loro ascoltatori dotati del minimo sindacale di conoscenze  sul mondo Apple.
Quest'anno pur di evitare la sua solita figuraccia, ha annunciato che l'Apple TV apparirà nel 2016, l'iPhone 6 e  6 plus smaltiranno gli ordini arretrati entro dicembre e così via. Anche se non si è capito bene a quale anno si riferisca. Che stia cominciando a sentire le risate che trapelano dalla rete tutte le volte che interviene straparlando delle vicende Apple?

Alla prossima chiacchierata.

N.B. L'immagine di testa, simboleggia la memoria labile di taluni frequentatori della rete.....

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 