Mele di ottobre

 Ottobre Apple
Qualche giorno fa, Apple ha annunciato, nel supplemento di ottobre del suo keynote, alcuni dispositivi e la distribuzione delle nuove versioni di iOS e OS X di cui ha ricordato alcune caratteristiche.
Ha iniziato con l'autocelebrazione solita poi è passata alle novità: gli aggiornamenti dei due iPad le cui caratteristiche, se interessano, solo in lingua inglese mentre scrivo queste righe, sono reperibili nel sito Apple cercando questa pagina per quanto riguarda l'iPad di dimensioni maggiori e in quest'altra per il mini.
Rimangono in catalogo gli iPad delle due serie precedenti.
Altra novità è stata l'apparizione degli iMac5k, uno scherzo che i concorrenti (non può essere diversamente....) non apprezzeranno per niente.
Tutti si aspettavano schermi4k e svariati concorrenti hanno presentato il loro modello convinti di rubare il mercato alla Apple....Che ha a Cupertino hanno fatto uscire il 5k con possibilità quasi doppie rispetto ai concorrenti.
Ovviamente, come sempre, qualche giorno dopo sono arrivati quelli di ifixit (questa pagina, in lingua inglese contiene l'indice dei traffici fatti da ifixit per smontarli e vedere come sono fatti) e si è scoperto che, de facto tutta l'ultima generazione dei dispositivi Apple è piena di colla e saldature in modo che la maggior parte degli utenti non possano metterci le mani per modificarli in qualche modo. Per cui se si desidera modificare l'offerta standard bisogna dirlo al momento dell'ordine chiedendo le variazioni desiderate.
A questo punto arrivano sia notizie buone che cattive....
Nel supplemento di ottobre del Keynote è stato aggiornato pure il Mac Mini (vive ancora...) ma gli hanno fatto un downsizing nel processore che ora è solo dualcore e un upsizing nel disco che ora, può arrivare ad 1 TB in versione meccanica, fusion-drive, o ssd. Anche in questo caso la ram non può essere aggiornata post-acquisto. Se si desiderano 8 o 16GB (secondo i casi e gli allestimenti) bisogna ordinarli al momento dell'acquisto.
Faccio notare che salvo varianti specifiche del dispositivo, gli allestimenti basi sono.....Uno solo. Lo stesso, de facto, nel Mac Mini, nell'MBAir e nell' iMac.
Infine....Il bilancio di consuntivo del trimestre finanziario giugno - settembre 2014 è stato ampiamente migliore di quanto previsto; il merito, in buona parte è stato delle prenotazioni e delle vendite degli iPhone 6. A tale proposito va ricordato che Apple ha proposto una sua sim in modoche i suoi utenti possano scegliersi il piano telefonico più confacente alle loro possibilità....Ed è arrivata la reazione rabbiosa delle aziende che temono di perdere profitti fatti, senza colpo ferire, alle spalle degli utenti. L'AT&T ha blindato l'Applesim in modo che le cose rimangano come prima o peggio ancora: se la clientela Apple sceglie uno dei suoi piani, quello si tiene e non può più cambiarlo senza il suo beneplacito o la restituzione dell' iPhone. Qualcun altro, poi, per paura di non poter più speculare sui pagamenti s'è inventata una formula di pagamento tutta sua e  ha imposto ai suoi negozi di spegnere il punto di pagmento NFC. Così anche Google con il suo Google Wallet (simile, per certi versi, all'Apple Pay) è avvertita, caso mai venissero idee strane pure a lui.....
Se mi è consentita questa ironia.

Alla prossima chiaccherata.
N.B: i collegamenti in questa pagina portano, nella maggior parte dei casi, a pagine Apple.
L'immagine di testa è Autumn di vk.com ed è una delle tante copie presenti in rete....

Lasciate Qui i vostri Commenti:

0 commenti:

Posta un commento

Lasciate un Vostro commento nel riquadro apposito!
Grazie e al prossimo Post! 